Ultimo aggiornamento alle 15:47
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la decisione

Bruni annuncia un’interrogazione sui fondi Covid non concessi alle imprese accreditate dalla Regione

«Le imprese hanno diritto ai fondi, hanno dato una mano importantissima», sostiene la vicepresidente della Commissione Sanità

Pubblicato il: 17/05/2023 – 8:09
Bruni annuncia un’interrogazione sui fondi Covid non concessi alle imprese accreditate dalla Regione

LAMEZIA TERME «Scandalosa la vicenda dei fondi Covid che non sono mai stati erogati alle imprese che svolgono attività sanitarie territoriali e socio-sanitarie accreditate della Regione, nonostante abbiano diffidato formalmente il Commissario ad Acta affinché liquidi i ristori derivanti dalla pandemia Covid-19. Per questo motivo presenteremo a breve un’interrogazione scritta a nome del Gruppo del Partito democratico». E’ quanto annuncia la leader dell’opposizione in consiglio regionale, Amalia Bruni. «E’ impensabile che nessuno risponda dopo decine di incontri con i diversi livelli di responsabilità della governance della Sanità calabrese. Le imprese hanno diritto a questi fondi, nel momento più drammatico della pandemia sono state disponibili e hanno dato una mano importantissima a risolvere situazioni complicate e difficili. Le vicende legate al Covid hanno prodotto in modo inedito ricadute drammatiche su tutti i comparti produttivi del sistema Paese e i servizi sanitari territoriali e sociosanitari accreditati sono state tra le attività più esposte, sempre in prima linea a combattere la pandemia. Tra l’altro il legislatore nazionale e il Governo sin dalla primavera del 2020, quindi ben tre anni fa, hanno riconosciuto e finanziato interventi di ristoro, sia, per i maggiori costi, sia, per la mancata produzione e anche le altre regioni hanno riconosciuto ristori in applicazione della normativa nazionale. Lo stesso tavolo di verifica (Adduce) ha più volte chiesto chiarimenti circa l’utilizzo delle risorse trasferite alla Calabria in materia di emergenza e ristori Covid. Le associazioni agiscono, quindi, in maniera legittima, in assenza di riscontro da parte dell’Istituzione Regione, preannunciando ricorso alle vie legali. Con la nostra interrogazione intendiamo chiedere al Presidente della Giunta/Commissario ad Acta quali iniziative intende assumere per risolvere questa situazione». Conclude la nota della vicepresidente della Commissione Sanità.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x