Ultimo aggiornamento alle 7:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il caso

“Una morte da mediano”, la storia di Denis Bergamini in un podcast Rai – VIDEO

Il lavoro di Filippo Vendemmiati verrà presentato il 22 maggio a Bologna, sede di due udienze del processo in corso in Corte d’Assise

Pubblicato il: 20/05/2023 – 7:10
“Una morte da mediano”, la storia di Denis Bergamini in un podcast Rai – VIDEO

BOLOGNA “Una morte da mediano” è un podcast di sei puntate, a firma Tgr-Rai-Play, che racconta la partita per la verità e la giustizia in corso da 33 anni di Denis Bergamini, il calciatore del Cosenza morto il 18 novembre 1989 a Roseto Capo Spulico. Il lavoro, scritto e letto da Filippo Vendemmiati, prodotto dalla redazione Tgr Emilia-Romagna e dalla sede Rai di Bologna, sarà presentato in una conferenza stampa che si terrà lunedì 22 maggio alle ore 11 nell’auditorium Rai di Bologna in viale della Fiera 13. Proprio nel capoluogo dell’Emilia Romagna oggi si terrà la seconda di due udienze del processo Bergamini. All’evento di Bologna saranno presenti Donata Bergamini, sorella di Denis, gli avvocati dei familiari del calciatore Fabio Anselmo, Alessandra Pisa e Silvia Galeone, il responsabile editoriale RaiPlay Sound Andrea Borgnino, il direttore Tgr Alessandro Casarin, il vicedirettore Tgr Guido Torlai, il caporedattore della redazione Rai di Bologna Ivan Epicoco, l’autore del podcast Filippo Vendemmiati, il compositore della colonna sonora Francesco Cavestri. La conferenza stampa sarà anche l’occasione per fare il punto sul processo in corso in corte d’assise a Cosenza dopo oltre 40 udienze. Sarà possibile seguire la conferenza stampa oltre che in presenza anche attraverso la piattaforma online.

“Una morte da mediano”, il podcast

Questo il testo di presentazione del podcast scritto e ideato da Filippo Vendemmiati (le musiche originali sono di Francesco Cavestri, sonorizzazione Stefano Buganè e Fabio Giorgetti, ricerche d’archivio Martina Catenacci e Isabella Martoni, una produzione Tgr RaiPlay Sound). “Se Denis Bergamini era già morto quando il 18 novembre 1989 il suo corpo fu sormontato da un camion sulla statale Roseto Capo Spulico, chi lo ha ucciso? Dopo 33 anni si è riaperto il caso umano e giudiziario del “calciatore suicidato”, idolo del Cosenza calcio, ragazzo serio e sorridente che sognava la serie A. Processi e inchieste aperti, chiusi, riaperti e archiviati, sempre con una verità mai accettata dai familiari del calciatore, dai suoi ex compagni di squadra e dai tifosi rossoblù che ancora ogni domenica lo ricordano con striscioni e cori allo stadio. Da quasi due anni nel tribunale di Cosenza si sta celebrando un processo per omicidio volontario pluriaggravato: unica imputata la ex fidanzata di Bergamini, Isabella Internò, 53 anni. Secondo l’ipotesi d’accusa avrebbe agito con rabbia e gelosia in collaborazione con alcuni suoi familiari, che non sono però stati identificati. Al momento… Decine di testimoni, intercettazioni e atti giudiziari inediti, depistaggi o negligenze, colpi di scena e scenari suggestivi, dal calcio scommesse all’ ndrangheta calabrese, fanno da filo conduttore ad un racconto incalzante e avvincente con al centro la battaglia di una famiglia che dal padre alla sorella e oggi anche i nipoti non ha mai accettato la verità ufficiale. “Una morte da mediano” è un podcast in sei puntate che sarà aggiornato seguendo gli sviluppi del processo in corso fino alla sentenza prevista tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024.

Le puntate

Prima puntata: “Cartellino rosso”. “Il suicidio sulla statale”, incongruenze nelle prime indagini e nelle versioni dei testimoni. La famiglia e i colleghi del calciatore non credono al suicidio. Le loro testimonianze. I primi dubbi sollecitati dalla stampa e dalla tv. La mancata autopsia.
Seconda puntata: “Una gita al mare”. Chi era Denis Bergamini? Profilo sportivo e umano, il suo rapporto con Isabella Internò. Il rifiuto al Parma. Le lettere tra i due fidanzati, l’interruzione di gravidanza e la separazione. La nuova fidanzata segreta che voleva sposare.
Terza puntata: “Il caso è chiuso”. I due processi per omicidio colposo che archiviano il caso come suicidio. Testimoni anonimi e nuove indagini che esplorano il mondo della droga e del calcio scommesse. Le minacce alla famiglia. Cala un silenzio lungo 15 anni su tutta la storia.
Quarta puntata: “Cosenza c’è”. Il padre Domizio non si arrende: non è stato un suicidio. Radio Zorro Rai di Oliviero Beha, Chi l´ha visto e il libro di Carlo Petrini “Il calciatore suicidato” riaccendono la luce. La criminalità organizzata a Cosenza. Cosenza si sveglia: tifosi e gente comune a fianco della famiglia Bergamini.
Quinta puntata: “Il corpo parla”. Indagini che si aprono e si archiviano di nuovo. Nuovi testimoni. La riesumazione del corpo e la certezza scientifica della morte per soffocamento. La fidanzata indagata per omicidio. Il trasferimento del magistrato titolare delle indagini.
Sesta puntata: “Il Processo”. Ottobre 2021 inizia il processo alla fidanzata, unica imputata, rischia l’ergastolo. Secondo l’accusa omicidio volontario pluriaggravato in concorso con i familiari. Movente: rabbia e gelosia. La ricostruzione giudiziaria delle ore che precedono la morte.

Il trailer

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x