Ultimo aggiornamento alle 22:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il dibattito

“Un visionario inaspettato” presentato a Bovalino. «Una scuola di formazione politica nel nome di Italo Falcomatà»

L’annuncio nel corso della presentazione, nella Locride, della biografia dedicata al sindaco della Primavera di Reggio Calabria

Pubblicato il: 05/07/2023 – 13:26
di Mariateresa Ripolo
“Un visionario inaspettato” presentato a Bovalino. «Una scuola di formazione politica nel nome di Italo Falcomatà»

BOVALINO Un politico che amava la politica, Reggio Calabria e la sua gente. Un amore corrisposto che dura e si rafforza sempre di più verso il ricordo di Italo Falcomatà. “Un visionario inaspettato” è la prima biografia ufficiale del sindaco della primavera reggina, scritto da Michele Caccamo con la prefazione di Antonio Decaro. Un racconto della vita politica e non solo di Italo Falcomatà voluto dalla Fondazione a lui intitolata e presentato anche a Bovalino. All’incontro, sul lungomare del comune della Locride, hanno preso parte il figlio Giuseppe Falcomatà, il sindaco di Bovalino Vincenzo Maesano, il consigliere metropolitano Domenico Mantegna e l’assessore alla Cultura del Comune di Bovalino Pasquale Blefari. Tantissimi i rappresentati politici della Locride presenti.

Le scelte politiche, la lotta alla ‘ndrangheta, l’annuncio della malattia

Diversi i temi affrontati nel corso del dibattito incentrato sull’azione amministrativa e sulle scelte politiche intraprese da Italo Falcomatà. «Era un uomo di sinistra – ha sottolineato il figlio Giuseppe Falcomatà – e ha agito sempre per il bene della comunità e mai per meri interessi partitici». Una posizione netta e un fermo “no” alla ‘ndrangheta hanno sempre contraddistinto l’azione politica del sindaco della primavera reggina. Le intimidazioni da parte dei clan, la necessità di vivere sotto scorta, il sogno di vedere «una Reggio bella e gentile». Nel libro di Caccamo c’è questo e molto altro. Una vita spesa per la politica e per la città per ben tre mandati da sindaco e fino all’ultimo giorno: «Fu lui stesso ad annunciare di avere la leucemia ai cittadini di Reggio Calabria», ha raccontato il figlio. Una malattia che lo porterà via l’11 dicembre del 2001. La scomparsa di Italo Falcomatà lascerà per sempre una ferita profonda nei reggini, che oggi lo ricordano con affetto e nostalgia.

Giuseppe Falcomatà: «Un libro che rappresenta un testamento politico»

«Questo libro – ha detto Giuseppe Falcomatà – rappresenta in qualche modo un testamento politico. Abbiamo volutamente aspettato 22 anni per fare una narrazione il più possibile lucida e asettica nella consapevolezza che la vita di Italo Falcomatà incrocia quello che è stato un pezzo importante della storia non solo della nostra Città ma anche del nostro Paese. Lo raccontiamo con questa idea, con la consapevolezza che la sua testimonianza di vita, la sua testimonianza umana, ma anche il suo modo di fare politica, di intendere la politica sempre e comunque al servizio del bene comune, al servizio e gli interessi del territorio, oggi possa essere oggi ancora un punto di riferimento per tanti politici, ma anche per le nuove generazioni, per i giovani che si affacciano alla politica».

Una scuola di formazione politica nel nome di Italo Falcomatà

Tra i tanti progetti della Fondazione c’è infatti anche quello di avviare una scuola di formazione politica: «Le nuove generazioni – ha spiegato il figlio Giuseppe Falcomatà – sono il futuro di questo territorio, è un progetto che guarda soprattutto ai giovani, ai tanti che, come anche qui a Bovalino, si avvicinano alla politica con curiosità, superando il muro di disillusione dovuto principalmente ad esempi negativi, con l’obiettivo di impegnarsi personalmente mettendosi al servizio della propria comunità».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x