Ultimo aggiornamento alle 11:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la sanità del futuro

Nuova rete ospedaliera, più posti letto per ampliare l’offerta e ridurre la mobilità – IL DETTAGLIO

Nella riorganizzazione predisposta dalla struttura commissariale programmato un incremento fino a 7.145 pl. I numeri per presidio e disciplina

Pubblicato il: 13/07/2023 – 16:10
Nuova rete ospedaliera, più posti letto per ampliare l’offerta e ridurre la mobilità  – IL DETTAGLIO

CATANZARO L’obiettivo è ampliare l’offerta di salute riducendo il saldo della mobilità passiva e allineandosi agli standard nazionali. Nella riorganizzazione della rete ospedaliera disegnata dalla struttura commissariale guidata dal presidente della regione Roberto Occhiuto spicca soprattutto la nuova programmazione dei posti letto, con la previsione di un incremento rispetto al numero attuale: si passa da 5.821 a 7.145 (6.694 al netto dei posti letto “tecnici”), con un aumento di 1.324 pl. Sul piano territoriale, l’aumento viene quantificato in 201 nuovi posti letto nell’Asp di Catanzaro (da 1.498),  in 659 posti letto aggiuntivi nell’Asp di Cosenza (da 1.845), in 48 pl aggiuntivi nell’Asp di Crotone (da 661), in 305 posti letto aggiuntivi nell’Asp di Reggio Calabria (da 1.507) e in 111 nuovi pl nell’Asp di Vibo Valentia (da 310).  « La Regione Calabria – spiega la struttura commissariale nel decreto di riorganizzazione della rete ospedaliera – ha effettuato in questi ultimi anni una costante attività di monitoraggio dell’attuazione della rete ospedaliera dalla quale sono emerse alcune criticità:  dai flussi Hsp 12 e 13 anno 2019 si è rilevata una percentuale di attivazione dei posti letto pari in totale all’86% di programmazione e in particolare al 97% per le strutture private accreditate e all’82% per le strutture pubbliche. Tra le strutture pubbliche si rileva un tasso di occupazione totale inferiore allo standard previsto dal Dm 70 del 2015 (maggiore del 90%) e pari all’80% mentre tra le strutture private si rileva un tasso di occupazione totale inferiore allo standard previsto dal Dm 79 (maggiore del 90%)». E ancora – si legge –  «con la riorganizzazione dell’offerta, i posti letto per acuti per mille abitanti sono pari a 2,91 rispetto a uno standard di popolazione “pesata” corretta per mobilità pari a 2,78 (Dm 70/2015). Tale incremento è finalizzato al programma di recupero della mobilità che sarà a regime entro il 2026». La nuova programmazione dei posti letto (consultabile  nel dettaglio dei singoli presidi ospedalieri calabresi e per singola disciplina nella tabella allegata alla fine dell’articolo) prevede in particolare questi numeri: Dulbecco di Catanzaro 855 posti letto, Annunziata di Cosenza 733, Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria 627, Castrovillari 205, Corigliano Rossano 265, Praia a Mare 48, Acri 26, Cetraro-Paola 204, Cariati 34, San Giovanni in Fiore 37, Trebisacce 47, Crotone 307, Lamezia Terme 204, Soveria Mannelli 30, Soverato 73, Serra San Bruno 55, Vibo Valentia 173, Tropea 58, Locri 239, Polistena 198, Melito Porto salvo 92, Gioia Tauro 61. (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x