Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

“tolleranza zero”

Maladepurazione, Occhiuto usa le maniere forti: diffide ed esposti alle Procure contro i Comuni inadempienti – VIDEO

Nel mirino del governatore negli ultimi giorni Amantea, Nocera e Falconara. Segnalati lavori abusivi nei pressi del mare a Pizzo. «I sindaci lo sappiano, io non mi fermo»

Pubblicato il: 05/08/2023 – 15:50
Maladepurazione, Occhiuto usa le maniere forti: diffide ed esposti alle Procure contro i Comuni inadempienti – VIDEO

CATANZARO Diffide e esposti alle Procure contro i Comuni inadempienti. Il presidente della Regione Roberto Occhiuto annuncia sui social un’ulteriore stretta dell’operazione “tolleranza zero” contro la maladepurazione, rendendo noto di aver diffidato e segnalato alla magistratura tre Comuni sul Tirreno – Amantea, Nocera e Falconara – che non hanno rispettato l’ordinanza adottata dal governatore nelle scorse settimane per intensificare la vigilanza sugli impianti. In un video pubblicato su facebook Occhiuto mostra i dati del monitoraggio fatto oggi sulla costa tirrenica e quindi “avverte” di nuovo i sindaci inadempienti: «Io non mi fermo».

Il messaggio sui social

«Ho chiamato il dirigente del Dipartimento dell’Ambiente per ringraziarlo per il lavoro che ogni giorno fanno i tecnici del Dipartimento, quelli della sorveglianza idraulica che vanno a scovare tutto quello che non funziona,  gli scarichi abusivi e gli sversamenti illegittimi. Alcune volte – esordisce Occhiuto mostrando  dati del monitoraggio –  – troviamo cose singolari, come un tombino a 100 metri dalla battigia che sta sversando – non sappiamo bene cosa – in mare o uno scarico direttamente in mare e vorremmo capire da dove proviene. Abbiamo verificato anche che molti dei Comuni a cui avevamo ordinato di fare delle cose, e che dovevano farle perché sono di competenza dei Comuni, non l’hanno fatto: il 59%  dei Comuni ha risposto a quell’ordinanza che ho fatto qualche settimana fa, altri no. Alcuni Comuni come quello di Amantea e di Nocera rischiano di mettere in blocco l’impianto di depurazione, ce ne siamo accorti  e li abbiamo diffidati e abbiamo inviato la diffida anche alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme. Oggi – sostiene il presidente della Regione – abbiamo diffidato anche un altro Comune, il Comune di Falconara Albanese perché avevamo detto che i Comuni avrebbero dovuto vigilare i depuratori, attraverso le società a cui affidano la gestione del depuratore, anche il sabato e la domenica, soprattutto il sabato e la domenica. Beh, ci siamo resi conto che a Falconara il depuratore non era vigilato, è successo che è piovuto, le acque bianche sono andate nel depuratore, il depuratore è andato in blocco e ha sversato liquami nel torrente Malpertuso, si è bloccata da giorni la pompa di sollevamento, di alimentazione della vasca di accumulo: l’avevamo segnalato qualche giorno fa, avevamo detto al Comune di provvedere, siamo andati a vedere se avessero provveduto ma non hanno provveduto e anche qui – rileva Occhiuto – abbiamo fatto una diffida».

«Ai sindaci che si fermano dico che io invece non mi fermo»

Il cartello “Tolleranza zero”

Occhiuto si sofferma poi su un altro caso specifico:  «Ho avuto tante segnalazioni del mare marrone a Pizzo. Sono molto grato alla Guardia Costiera per il lavoro che sta facendo, ha trovato dei lavori abusivi che determinano sversamenti in mare e lo rendono marrone.  Non ci fermiamo, sulla depurazione non ci fermiamo. Vorrei che non si fermasse nessuno, vorrei soprattutto che non si fermassero i Comuni, ma anche i sindaci che evidentemente si fermano sappiano che io non mi fermo e che se devo diffidare le amministrazioni comunali anche a rischio di perdere la simpatia dei sindaci e qualche voto lo faccio volentieri perché io non sono qui per assicurarmi i voti per il futuro ma sono qui per assicurare un futuro migliore ai calabresi». In conclusione del video Occhiuto mostra il cartello “tolleranza zero” affisso nel suo ufficio alla Cittadella: «Chiunque viene a trovarmi – dice –  deve sapere che per la Regione Calabria l’operazione che riguarda l’ambiente è tolleranza zero».  (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x