Ultimo aggiornamento alle 23:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

SINDACATO ISPETTIVO

Sin Calabria, interrogazione di Scutellà al governo: «Subito bonifica e commissario»

La parlamentare M5S mette in risalto l’esito del rapporto “Sentieri” sull’allarme per la salute dei cittadini che rientrano nel sito

Pubblicato il: 07/08/2023 – 9:20
Sin Calabria, interrogazione di Scutellà al governo: «Subito bonifica e commissario»

CROTONE «Il sesto Rapporto del Progetto Sentieri sull’analisi di mortalità e ospedalizzazione dei Siti di interesse nazionale ci restituisce un quadro allarmante per quanto attiene alla salute dei cittadini del Sin Crotone-Cassano-Cerchiara. L’aumento dell’indice di mortalità per malattie croniche non può più essere sottovalutato». Lo dichiara in una nota la deputata del Movimento 5 Stelle, Elisa Scutellà. «Nell’interrogazione che ho indirizzato al Ministro della Salute e al Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, ho esposto non solo le criticità evidenziate dal Progetto “Sentieri”, ma ho anche incalzato i rappresentanti del governo affinchè intraprendano ogni azione utile  per  sollecitare l’avanzamento dell’iter di bonifica del Sin Crotone-Cassano-Cerchiara ed evitare che le richieste avanzate da Eni, di stravolgere il deliberato della Conferenza di servizi, possano compromettere la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente nella zona interessata. Inoltre, ho reputato necessario, a fronte delle criticità specificate nell’atto di sindacato ispettivo, richiedere al Ministro Schillaci e al Ministro Pichetto Fratin, di nominare con urgenza un Commissario Sin per la Calabria. Purtroppo – prosegue l’esponente pentastellata – l’atavica problematica del Sin Crotone-Cassano-Cerchiara, che da oltre due decenni rientra nell’elenco delle aree più inquinate del nostro Paese, continua a non ricevere la dovuta attenzione ai fini di una definitiva risoluzione. Non è accettabile che i cittadini che vivono in quelle zone ad alto tasso di inquinamento debbano continuare a morire, a perdere i propri cari a causa di un dramma ambientale che continua a restare irrisolto. È bene che tutte le parti ed istituzioni competenti – conclude la Scutellà – si attivino per addivenire ad una soluzione efficace evitando di procrastinare a data da destinarsi ciò che invece andrebbe affrontato con massima priorità ed urgenza».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x