Ultimo aggiornamento alle 21:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

gli interventi

L’inciviltà di bagnanti e imbarcazioni e gli interventi dell’Ufficio circondariale marittimo

Un campo boe in una zona balneare, una spiaggia occupata da ombrelloni “segnaposto”. La vigilanza proseguirà anche a ferragosto

Pubblicato il: 14/08/2023 – 16:40
L’inciviltà di bagnanti e imbarcazioni e gli interventi dell’Ufficio circondariale marittimo

REGGIO CALABRIA Continua l’attività di prevenzione e controllo dei militari dell’ufficio circondariale marittimo di Roccella Jonica, coordinati dal Tenente di Vascello (cp) Daniele Ticconi, nella settimana del ferragosto, caratterizzata da un grande afflusso
sulla costa jonica di competenza.
Nella giornata di ieri il personale dell’Ufficio circondariale marittimo e
della dipendente delegazione di spiaggia è intervenuto al fine di bonificare un
tratto di litorale, nel comune di Monasterace, frequentato da un elevato numero di
bagnanti che era stato impropriamente adibito a campo boe per l’ormeggio non
regolamentato di piccole imbarcazioni.
Nell’intervento, oltre ad alcune sanzioni amministrative per sosta di unità da diporto
nelle acque riservate alla balneazione, è stato eseguito il sequestro penale di
21 gavitelli (boe nautiche, ndr) posizionati nello specchio acqueo, ancorati al fondo attraverso manufatti in cemento e utilizzati come abusivi punti di ormeggio per natanti da
diporto. A conclusione delle operazioni si è proceduto al sequestro del materiale
per le fattispecie previste dal codice della navigazione di occupazione abusiva di
demanio marittimo e violazione di leggi e regolamenti relativi alla sicurezza della
navigazione. L’operazione ha consentito di restituire un settore di specchio acqueo
lungo circa 1 chilometro alla libera fruizione dei cittadini.
Nella giornata odierna i militari sono stati impegnati sull’arenile di
Roccella Jonica dove, in collaborazione con il personale del Corpo di Polizia
Locale hanno sgomberato un tratto di spiaggia indebitamente occupato da oltre un
centinaio di ombrelloni
, sdraio ed altre attrezzature balneari di vario genere lasciate
come “segnaposto” precludendo, di fatto, la fruizione del demanio marittimo
pubblico da parte di tutti in violazione della vigente ordinanza comunale e delle
norme che tutelano la natura pubblica del demanio marittimo.
L’ufficio circondariale marittimo di Roccella Jonica continuerà anche nei prossimi
giorni l’attività di vigilanza del litorale di giurisdizione al fine di prevenire e reprimere
ogni illecito utilizzo del bene demaniale marittimo, a tutela della sicurezza della
balneazione, della navigazione da diporto e di ogni altra attività ludico ricreativa
che si svolge in mare nel rispetto delle norme vigenti in materia.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x