Ultimo aggiornamento alle 10:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il caso

«Voi omosessuali non siete normali». Generale dell’Esercito nella bufera

Nel suo libro commenti razzisti e contro gli ambientalisti. La Difesa: «Valutiamo provvedimenti»

Pubblicato il: 17/08/2023 – 17:29
«Voi omosessuali non siete normali». Generale dell’Esercito nella bufera

«Cari omosessuali, normali non lo siete, fatevene una ragione!». Inizia così il paragrafo dedicato all’omosessualità nel libro “Il mondo al contrario”, scritto dal generale dell’esercito Roberto Vannacci. «Non solo ve lo dimostra la natura, che a tutti gli esseri sani “normali” concede di riprodursi, ma lo dimostra la società». Vannacci, ex capo dei paracadutisti della folgore, è oggi alla guida dell’Istituto Geografico Militare. Pochi giorni fa ha pubblicato un libro di 353 pagine in cui si lamenta di una società che, per l’autore, sta andando completamente nella direzione sbagliata. I temi sono tanti e delicati: dai «gay anormali» alla legittima difesa, passando per commenti razzisti e contro gli ambientalisti.

«La Egonu non rappresenta l’italianità»

Tra le frasi sotto accusa anche i riferimenti a Paola Egonu, pallavolista più volte presa di mira da commenti razzisti e che per Vannacci è solamente «un’italiana di cittadinanza, ma è evidente che i suoi tratti somatici non rappresentano l’italianità». Colore della pelle che ha sempre incuriosito l’ex capo dei paracadutisti, tanto che racconta: «nel 1975 nel metrò fingevo di perdere l’equilibrio per poggiare accidentalmente la mia mano sopra la loro, per capire se la loro pelle fosse al tatto più o meno dura e rugosa della nostra». Frasi che non risparmiano neanche i giovani ambientalisti come «quella meteoropatica che frignava di fronte al ministro Gilberto Pichetto Fratin» alla quale il generale consiglia di «utilizzare meglio le scariche di adrenalina indotte da questa sua paura per i cambiamenti climatici».

Anche l’Esercito si dissocia

Il caso, sollevato da un articolo di Repubblica, ha fatto infuriare l’opinione pubblica. Per Gianfranco Pagliarulo, presidente dell’Anpi, si tratta di «un concentrato di omofobia, razzismo e volgarità di rara violenza verbale che lede l’onore delle Forze Armate» e, per questo, il generale «va rimosso subito». Sulla polemica si è espresso anche il Ministro della Difesa Guido Crosetto, specificando in un tweet che si tratta di «farneticazioni personali che screditano l’Esercito, la Difesa e la Costituzione» e annunciando l’avvio di un esame disciplinare. Le stesse Forze Armate, tramite una nota ufficiale, si sono dissociate dal generale.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x