Ultimo aggiornamento alle 22:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’episodio

Carolei, perde il reddito di cittadinanza e aggredisce il sindaco

La solidarietà di Franz Caruso: «L’accaduto rappresenta una pericolosa avvisaglia, siamo preoccupati e indignati»

Pubblicato il: 30/08/2023 – 11:08
Carolei, perde il reddito di cittadinanza e aggredisce il sindaco

COSENZA Il sindaco di Carolei, comune alle porte di Cosenza, è stato aggredito e colpito con un calcio ed uno schiaffo, mentre si trovava per strada. Secondo quanto si è appreso, l’aggressione a Francesco Iannucci, sarebbe stata compiuta da un ex percettore del reddito di cittadinanza che imputava al sindaco la revoca del sussidio. Del gesto, che sarebbe avvenuto qualche giorno fa, parla la stampa locale. Subito dopo il fatto, un sostenitore del sindaco ha ingaggiato una colluttazione con l’aggressore. Quindi sono intervenuti i carabinieri che hanno denunciato l’uomo. Secondo quanto ha appreso l’Ansa, il sindaco Iannucci è stato convocato per stamattina in Prefettura a Cosenza.

Franz Caruso: «Situazione ci preoccupa»

Il sindaco di Cosenza Franz Caruso ha espresso piena solidarietà al primo cittadino di Carolei, Francesco Iannucci, per l’aggressione subìta ad opera di un cittadino del Comune alle porte del capoluogo. «Esprimo la mia assoluta vicinanza a Francesco Iannucci per la vile aggressione subita nei giorni scorsi e della quale si è avuta notizia solo ora. Le modalità riferite dalla stampa – sottolinea Franz Caruso – sembrano ricondurre il deprecabile gesto alla situazione incandescente che si è venuta a determinare a causa della sospensione del reddito di cittadinanza da parte del Governo. Una situazione – sottolinea ancora il sindaco di Cosenza – che potrebbe sfuggire di mano, nella misura in cui si individuano erroneamente nei Sindaci i responsabili di una sospensione che è da ascrivere a decisioni governative con le quali non siamo assolutamente d’accordo. Quanto accaduto al Sindaco di Carolei Iannucci – prosegue la nota di Franz Caruso – ci indigna e ci preoccupa, essendo un vero e proprio campanello d’allarme che espone tutti gli amministratori della cosa pubblica ad un rischio del genere. Il gesto che ha portato all’aggressione di Iannucci – prosegue ancora Franz Caruso – va condannato e fortemente stigmatizzato, ma è il segno inequivocabile di un focolaio di protesta destinato inevitabilmente, in assenza di convincenti misure sociali alternative, ad allargarsi. Quanto accaduto a Carolei rappresenta una pericolosa avvisaglia».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x