Ultimo aggiornamento alle 15:47
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

italia violenta

Stupro di Palermo, la vittima: «Macché consenso, fui picchiata»

«Ero contraria e lo dissi subito – ha detto al giudice e ai pm – non sono mai stata consenziente»

Pubblicato il: 03/10/2023 – 20:41
Stupro di Palermo, la vittima: «Macché consenso, fui picchiata»

PALERMO La vittima dello stupro di Palermo ha ripetuto punto per punto le proprie accuse, che adesso varranno a tutti gli effetti come prova formata in dibattimento, così come previsto dal codice: la diciannovenne, sottoposta al fuoco di fila delle domande da parte dei difensori (molte delle quali stoppate dal Gip Clelia Maltese), ha spiegato che i sei aggressori maggiorenni all’epoca del fatto, più l’allora minorenne Riccardo Parrinello, abusarono di lei contro la sua volontà: «Ero contraria e lo dissi subito – ha detto al giudice e ai pm – non sono mai stata consenziente. Sono stata anche picchiata con calci e pugni, quando mi sono rifiutata».
In alcuni momenti della deposizione i sei indagati nella gabbia della corte d’assise di Palermo hanno dato segni di insofferenza e il giudice li ha immediatamente ripresi, avvisandoli che sarebbero stati cacciati, nel caso avessero proseguito. Gli indagati presenti erano Elio Arnao, Cristian Barone, Gabriele Di Trapani, Angelo Flores, Samuele La Grassa e Christian Maronia. Alcuni di loro hanno gia’ fatto sapere che intendono farsi processare col rito abbreviato, per puntare sugli sconti di un terzo della pena. La tesi del consenso della vittima e’ stata infatti oggi del tutto smontata e le vie d’uscita per la difesa sono veramente poche. (Agi)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x