Ultimo aggiornamento alle 21:55
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Terremoto alla Provincia di Crotone: si dimette il vice presidente Giuseppe Fiorino

Fiorino ha depositato le sue dimissioni al protocollo dell’ente intermedio, ma non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali

Pubblicato il: 13/10/2023 – 19:57
di Gaetano Megna
Terremoto alla Provincia di Crotone: si dimette il vice presidente Giuseppe Fiorino

CROTONE Terremoto alla Provincia di Crotone: si è dimesso dall’incarico il vice presidente Giuseppe Fiorino. La notizia è stata comunicata da Fiorino ai consiglieri provinciali di maggioranza con un messaggino, dove annuncia di avere depositato le sue dimissioni al protocollo dell’ente intermedio. L’interessato, contattato telefonicamente, si è rifiutato di parlare. Non ci sono, quindi, dichiarazioni ufficiali per avere contezza sulle motivazioni che hanno spinto il vice presidente a rassegnare le dimissioni dall’incarico ed aprire così la crisi politica. Si può solo immaginare e ipotizzare che la goccia che potrebbe avere fatto traboccare il vaso siano state le polemiche che stanno agitando l’ambiente dell’ente intermedio, scoppiate per i concorsi che prevedono l’assunzione di tre diverse figure professionali. Si è prima polemizzato per procedure adottate. In prima battuta, infatti, le contestazioni hanno riguardato per la mancata pubblicizzazione dei bandi concorsuali (tra la data di scadenza per la presentazione delle domande e quella di pubblicazione sono intercorsi una decina di giorni a ridosso di ferragosto, quando l’attenzione delle persone è rivolta ad altre cose). Ora la polemica è ripresa per i risultati che riguardano le prove scritte. Fiorino addirittura si dimette ed apre la crisi per non avere condiviso la gestione dei concorsi. Questo pomeriggio ha deciso di provocare un terremoto prendendo le distanze dall’amministrazione dell’ente intermedio. Questo si sussurra nei partiti che compongono la maggioranza che sostiene Ferrari. Il risultato dei concorsi sarebbe stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, perché le frizioni con il presidente e i consiglieri delegati di maggioranza risalgono a più di un anno fa. A Crotone è noto a tutti che, da tempo, non corre buon sangue tra Fiorino e il presidente Sergio Ferrari. Il vice presidente si è rifiutato, infatti, di prendere la parola all’iniziativa organizzata da Ferrari, per presentare il progetto di dare vita nel Crotonese ad un partito dei sindaci. I pozzi, però, sono stati avvelenati prima. Dopo la schiacciante vittoria elettorale che ha portato all’elezione di Ferrari e dei consiglieri che compongono la sua amministrazione, tra Fiorino e alcuni suoi colleghi di Crotone è calato il gelo. Sono partite le bordate che avevano l’obiettivo di ridimensionare il ruolo di Fiorino. Questo almeno si racconta. Si sono creati fronti contrapposti. Non ci sono stati mai chiarimenti e le polemiche sui concorsi hanno allargato il solco che è diventato ancora più profondo. Non si entra nel merito raccontando i particolari, ma si ipotizza che alcuni dei candidati che hanno avuto i voti più alti alle prove scritte hanno un legame di parentele strette con alcuni amministratori. Magari alla fine si scoprirà che si tratta di dicerie che potrebbero non avere nessun fondamento, ma di questo parlano in molti. In ogni caso le prove orali dei concorsi sono slittante dall’11 al 25 ottobre. Nella comunicazione fatta dalla Provincia si legge che lo slittamento della data si è reso necessario “per motivi tecnici legati all’associazione dei codici precedentemente generati”. Si tratta dei codici univoci, che servono ai candidati per entrare nel sistema informatico (piattaforma) ed avere notizie sulle attività che li riguardano. La prova scritta è stata effettuata il 5 ottobre e l’orale doveva tenersi l’11. Sino al 10 non è arrivata nessuna comunicazione agli interessati (coloro che avevano superato la prova scritta). Il 10 è stato comunicato il codice univoco e gli interessati hanno scoperto che era sbagliato. Con il codice trasmesso gli interessati non sono riusciti a collegarsi alla piattaforma e purtroppo ci sarebbe anche un problema di riservatezza. Qualcuno contesta e ottiene lo slittamento della data delle prove orali. E’ il primo step di una contestazione che potrebbe avere altri tavoli e altri momenti alla luce anche delle dimissioni presentate da Fiorino.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x