Ultimo aggiornamento alle 9:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

il dibattito

Dimensionamento scolastico, tanto rumore per (quasi) nulla: sì alla Provincia di Catanzaro – L’ELENCO

Voto contrario del Comune capoluogo e di altri due ma il piano passa senza grandi difficoltà. Nel centrodestra scoppia il “caso Costanzo”

Pubblicato il: 16/10/2023 – 16:13
Dimensionamento scolastico, tanto rumore per (quasi) nulla: sì alla Provincia di Catanzaro – L’ELENCO

CATANZARO Tanto rumore per (quasi) nulla. Le previsioni della vigilia stavolta si sono rivelate quantomeno esagerate: il Consiglio provinciale di Catanzaro ha varato il piano di dimensionamento scolastico sul quale nelle ultime settimane si era registrata più di una polemica e si era profilata più di una tensione. Ma nel D-Day di questa mattina nell’assemblea dei sindaci propedeutica alla seduta consiliare a parte qualche accenno dai banchi del pubblico, per la presenza di alcuni dirigenti scolastici dei plessi di Catanzaro che più di tutti sarebbero interessati dagli accorpamenti, tutto è filato abbastanza liscio. Lo dicono i numeri: il piano di dimensionamento scolastico ha avuto 36 sì da parte dei primi cittadini della provincia, con tre no – quello del sindaco di Catanzaro, Nicola Fiorita, e dei colleghi di Petronà e Sorbo San Basile – e un astenuto. Assenti metà dei Comuni della provincia, segno che la “battaglia” del dimensionamento scolastico sul territorio era vissuta in modo molto diverso sui territori e in alcuni territori non era considerata nemmeno una battaglia.

Fiorita e Talerico all’assemblea dei sindaci della Provincia di Catanzaro

Fiorita, seduto a fianco del consigliere regionale Antonello Talerico, ha detto no al piano in coerenza con la linea assunta in questi giorni nel capoluogo, quello della netta contrarietà all’accorpamento tra tre istituzioni storici della città – il Classico Galluppi, il Convitto Galluppi e il De Nobili – un accorpamento in effetti abbastanza arzigogolato, ma al tirar delle somme anche i sindaci “politicamente” più vicini a Fiorita, quelli targati Pd o centrosinistra hanno votato a favore del piano do da amministratori e non  ravvisando in queste veste motivi per contestare un provvedimento comunque motivato dalle attuali contingenze. Quelle che h indicato anche il presidente della Province Amedeo Mormile, della Lega, che ha difeso il piano pur ammettendo le difficoltà e i sacrifici che comporterà sui territori ma ricordando  – anche giustamente – che quello dei tagli nella scuola è un problema che non nasce oggi e che forse era il caso di sollevare a suo tempo. Si profilano ricorsi al Tar, da parte dei Comuni contrari – li hanno ventilati Catanzaro e Marcellinara – ma anche qui Mormile ha smussato i toni: “E’ nella piena facoltà dei Comuni utilizzare anche gli strumenti giurisdizionali previsti dalle leggi, per quanto ci riguarda noi andiamo avanti e siamo pronti a recepire tutti i rilievi se necessario”, è stato il pensiero di Mormile. Politicamente, più interessante la successiva seduta del Consiglio provinciale, che ha definitivamente votato a favore del piano a parte il catanzarese Sergio Costanzo, area Forza Italia, che ha criticato tutto il piano – “Ci farà fare una brutta figura  a livello regionale”, ha detto – e ha abbandonato l’aula passando all’opposizione. (c. a.)

Ecco il piano di dimensionamento per la provincia di Catanzaro:

Previsto l’accorpamento dell’ISTITUTO COMPRENSIVO IC SERSALE “G. BIANCO” (quale istituzione scolastica accorpante) con IC PETRONA’ “C. ALVARO” per un totale di 818 alunni; Previsto l’accorpamento dell’ISTITUTO IC CATANZARO “G.PATARI- RODARI” con IC CATANZARO  PASCOLI -ALDISIO, per un totale di 1.697 alunni; accorpamento dell’ISTITUTO  IC CATANZARO “DON MILANI” SALA(quale istituzione scolastica accorpante) con IC CATANZARO “M. PRETI” S.MARIA per 1.596 alunni; accorpamento dell’ISTITUTO IC CATANZARO NORD EST-MANZONI (quale istituzione scolastica accorpante) con IC CATANZARO MATER DOMINI per 1.960 alunni; accorpamento dell’ISTITUTO COMPRENSIVO IC CHIARAVALLE (istituzione scolastica accorpante) con IC DI CHIARAVALLE N.2 per 1.047 alunni; 6)            Accorpamento dell’IC LAMEZIA TERME “GATTI” (istituzione scolastica accorpante) con IC LAMEZIA T. MANZONI AUGRUSO per un totale di 1.408 alunni; accorpamento dell’I.C. “PERRI-PITAGORA” L.T. (istituzione scolastica accorpante) dei con IC LAMEZIA T. DON L. MILANI con 1.678 alunni; accorpamento dell’IC LAMEZIA BORRELLO-FIORENTINO (istituzione scolastica accorpante) con IC LAMEZIA T S. EUFEMIA LAMEZIA con 1.210 alunni in totale.

Previsto poi l’accorpamento all’IC FALERNA – NOCERA TERINESE (istituzione scolastica accorpante) dei PES ricadenti nel comune di Gizzeria dell’attuale IC LAMEZIA T S. EUFEMIA LAMEZIA e costituzione del nuovo IC FALERNA – NOCERA TERINESE – GIZZERIA e un totale di 1.224 alunni. Si procederà all’accorpamento, poi, dell’IC GUARDAVALLE “ALDO MORO”, l’IC BADOLATO e l’IC di Taverna.

Per il secondo ciclo di istruzione:

Previsto l’accorpamento e la riorganizzazione dell’ISTITUTO IIS “Vittorio Emanuele II” di Catanzaro (quale istituzione scolastica accorpante) con ITT “Bruno Chimirri” per un totale di 1.194 studenti; la creazione di un Polo tecnico-professionale per accorpamento dell’ISTITUTO ITE “Grimaldi – Pacioli” di Catanzaro (quale istituzione scolastica accorpante) con IIS “Petrucci Ferraris Maresca” di Catanzaro con 1.171 studenti; la nascita del POLO LICEALE accorpando il LICEO ST. “T. CAMPANELLA” LAMEZIA TERME (istituzione scolastica accorpante) con LC LICEO CLASSICO F. FIORENTINO con un totale di 1.615 studenti; il POLO TECNICO-PROFESSIONALE “RAMBALDI – DE FAZIO” accorpando il IIS POLO TECNOLOGICO IND.ED ARTIG.AVANZ. (istituzione scolastica accorpante) con I.T.E. “V. DE FAZIO” LAMEZIA TERME con 1.710 studenti. E poi la creazione del accorpando IST. PROFESSIONALE ALBERGHIERO “L.EINAUDI“ (istituzione scolastica accorpante) a PES derivanti da altri istituti quali il PES ITA’V.EMANUELE II’ e il PES CORSO SERALE ITA’V.EMANUELE II’ di Gizzeria e il PES ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO – LAMEZIA presenti nel comune di Lamezia Terme. E infine la riorganizzazione del IS “L.COSTANZO” Decollatura al quale sono stati sottratti i PES accorpati al POLO TECNICO-PROFESSIONALE “EINAUDI”.

A Catanzaro, inoltre, ci sarà l’annessione al CONVITTO NAZIONALE “Galluppi” di Catanzaro (quale istituzione scolastica accorpante) del Liceo Classico “Galluppi” di Catanzaro (istituzione scolastica annessa) e  l’ IIS “De Nobili” di Catanzaro con 2.198 studenti.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x