Ultimo aggiornamento alle 23:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La vicenda

Protesta contro i giganti del petrolio, arrestata Greta Thunberg

È stata fermata a Londra con altri 5 ambientalisti. Stavano protestando per il mancato uso degli extraprofitti nella ricerca green

Pubblicato il: 17/10/2023 – 15:13
Protesta contro i giganti del petrolio, arrestata Greta Thunberg

LONDRA Greta Thunberg è stata arrestata dalla polizia metropolitana di Londra dopo aver preso parte a una protesta contro la conferenza sul petrolio e il gas “Energy Intelligence Forum” all’Intercontinental Hotel Park Lane della capitale londinese. In alcuni filmati condivisi sui social media e pubblicati dal Daily Mail si vede la 20enne svedese sorridente mentre viene presa in custodia dagli agenti e condotta a un furgone della polizia.
La polizia ha reso noto anche di aver fermato altre cinque persone per aver bloccato l’autostrada. Fra i relatori presenti alla conferenza anche gli amministratori delegati del gruppo Aramco dell’Arabia Saudita e Equinor della Norvegia, oltre al ministro della Sicurezza energetica del Regno Unito.

La protesta

La protesta ambientalista è contro “l’Energy Intelligence Forum” che per tre giorni raccoglie all’hotel InterContinental Park Lane i vertici dei colossi petroliferi mondiali come TotalEnergies e Shell.
Alcune centinaia di manifestanti hanno bloccato gli ingressi dell’albergo di lusso vicino ad Hyde Park e gli agenti di Scotland Yard sono intervenuti compiendo cinque arresti. Parlando coi giornalisti a margine della protesta, la giovane attivista svedese ha attaccato l’incontro “a porte chiuse” e gli accordi siglati tra i rappresentanti politici e i «lobbisti del settore distruttivo dei combustibili fossili».
La manifestazione è stata organizzata dalla ong ecologista Fossil Free London che in un comunicato ha puntato il dito contro i profitti record registrati lo scorso anno dalle aziende dell’oil & gas «reinvestiti direttamente nell’espansione dei combustibili fossili, e non nell’energia verde» come era stato promesso. Gli attivisti hanno anche criticato la presidenza della COP28, la conferenza annuale delle Nazioni Unite sul clima in programma dal 30 novembre al 12 dicembre a Dubai, affidata al sultano Ahmed Al Jaber, a capo del colosso statale petrolifero degli Emirati arabi uniti.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x