Ultimo aggiornamento alle 23:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Il processo

Sequestro e morte di Cristina Mazzotti. Dopo 48 anni rinviati a giudizio in quattro

La 18enne venne sequestrata dall’anonima calabrese nel 1975. Prima udienza il 24 settembre del 2024 davanti la Corte d’Assise di Como

Pubblicato il: 24/10/2023 – 14:40
Sequestro e morte di Cristina Mazzotti. Dopo 48 anni rinviati a giudizio in quattro

MILANO La gup di Milano Angela Minerva ha rinviato a giudizio Demetrio Latella, Giuseppe Calabrò, Antonio Talia e Giuseppe Morabito, accusati del sequestro e dell’omicidio della 18enne Cristina Mazzotti, la prima donna a essere rapita nel 1975 dall’Anonima sequestri calabrese al Nord Italia. Tutti gli imputati nell’udienza preliminare davanti alla gup Angela Minerva puntavano, dopo il deposito di nuove prove del pm della Dda Stefano Civardi, a essere già prosciolti nella fase pre-dibattimentale.
Il processo si aprirà il 24 settembre 2024 davanti alla Corte di assise di Como. Stando alle nuove indagini del pm della Dda Stefano Civardi della Squadra mobile, i quattro «con apporti causali anche distinti ma comunque convergenti e in attuazione di un comune progetto criminoso» il primo luglio 1975 avrebbero rapito a scopo di estorsione Mazzotti a Eupilio, in provincia di Como e poi l’avrebbero successivamente segregata in una buca a Castelletto Ticino per un mese «senza sufficiente areazione, senza possibilità di deambulazione, somministrandole massime dosi di tranquillanti ed eccitanti» fino a farla morire. Nella prossima udienza prenderà la parola l’ultima difesa prima della decisione del giudice. I fratelli della ragazza, assistiti dall’avvocato Fabio Repici, si sono costituti parte civile.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x