Ultimo aggiornamento alle 15:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’analisi

Bilancio della Regione “promosso”. Occhiuto: «Stiamo ridando normalità alla gestione»

Il governatore commenta il giudizio positivo della Corte dei Conti nella parifica: «Evidenziate anche tante luci. Ottimista sulla spesa dei fondi Ue»

Pubblicato il: 14/11/2023 – 13:59
Bilancio della Regione “promosso”. Occhiuto: «Stiamo ridando normalità alla gestione»

CATANZARO La Corte dei Conti ha parificato il bilancio 2022 della Regione Calabria in tutte le sue componenti. Un risultato “netto” e per certi versi inedito che ha ovviamente suscitato la soddisfazione del governatore Roberto Occhiuto, considerando che in passato in genere la parifica finiva con un via libera con diverse riserve. «Il giorno della parifica – ha spiegato Occhiuto, intervistato dai giornalisti – non è mai il miglior giorno dell’anno per i presidenti di Regione perché in ogni Regione la Corte dei Conti giustamente evidenzia le criticità che ci sono, figurarsi in Calabria. Invece oggi sono felice perché rispetto all’anno scorso la Corte dei Conti ha evidenziato giustamente le tante criticità ma ha detto anche che ci sono tante luci e questo mi conforta sul fatto che probabilmente l’attività amministrativa che stiamo ponendo in essere sta conducendo a restituire piano piano normalità all’amministrazione di una regione che ha tanti problemi incancreniti da tanti anni di malagestione».

Sanità e fondi europei

Anche nel settore della sanità – ha poi aggiunto Occhiuto – «giustamente hanno evidenziato tutte le criticità ma hanno detto che ci sono delle luci. Non credo che si potesse omettere questo aspetto, perché quando mi sono insediato c’era una contabilità omerica, orale, oggi abbiamo ricostruito la contabilità, abbiamo chiuso i bilanci, abbiamo accertato il debito, quindi in due anni abbiamo fatto molto di più di quello che è stato fatto in 12 anni. Non basta, abbiamo fatto quasi niente rispetto a quello che bisogna fare perché ora che si sta rimettendo l’ordine nei conti bisogna a intervenire con grande decisione sui livelli essenziali di assistenza, cioè sulla qualità delle prestazioni. Anche quello si sta facendo, ma come ho detto prima se la sanità calabrese fosse un paziente dovremmo dire che è un paziente che è stato condotta in coma da 12 anni di commissariamento, l’abbiamo risvegliato dal coma ma quando ci si risveglia dal coma dopo 12 anni c’è una fase di riabilitazione intensiva e semintensiva, lo stiamo riabilitando velocemente ma il tempo ci vuole».  Per quanto riguarda i fondi comunitari, per i quali la Corte dei Conti ha registrato ritardi, Occhiuto ha sostenuto: «Sul ciclo di programmazione 2014-2020 sono molto molto ottimista, perché la Corte dei Conti ha già evidenziato che c’è una progressione della spesa: chiaramente i dati che abbiamo fornito alla Corte dei Conti e sono aggiornati a ottobre.  Io sto incontrando ogni 10 giorni tutti i direttori generali che sanno che saranno valutati in ordine alla velocizzazione della spesa e – ha concluso il presidente della Regione – confido nel fatto che per fine anno avremo speso tutto o quasi il miliardo di Por che ho trovato non speso quando mi sono insediato».

Caputo: trovare rimedi alle disfunzioni

«La relazione della Sezione di controllo della Corte dei Conti, da cui è scaturito il giudizio di parificazione del Rendiconto 2022 della Regione, ci trova pienamente d’accordo, in particolare sulla necessità che, laddove si rilevino  incongruenze e disfunzioni, si agisca, attraverso un confronto costante e di leale collaborazione, per trovare i giusti rimedi». Lo dice il vicepresidente del Consiglio regionale Pierluigi Caputo, a margine dell’udienza della magistratura contabile alla quale ha partecipato questa mattina a Catanzaro in rappresentanza del presidente Filippo Mancuso fuori sede per impegni istituzionali. (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x