Ultimo aggiornamento alle 18:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

“Petelia”

Pressioni su “Biomasse Italia” per ottenere il lavoro, arrestati padre e figlio nel Crotonese

Ordini di carcerazione emessi dopo che la condanna è diventata definitiva. Messi in pratica atti intimidatori verso i dirigenti dell’azienda

Pubblicato il: 20/11/2023 – 13:24
Pressioni su “Biomasse Italia” per ottenere il lavoro, arrestati padre e figlio nel Crotonese

STRONGOLI E’ diventa definitiva la condanna per due uomini di Strongoli, padre e figlio, che erano accusati di aver compiuto una serie di intimidazioni ed estorsioni ai danni della Biomasse Italia. Si tratta di Giuseppe Tesoriere, di 69 anni, e del figlio Amedeo, di 45, nei cui confronti i carabinieri della Stazione di Strongoli hanno eseguito due ordini di carcerazione emessi a conclusione del processo con il quale la Suprema Corte di Cassazione ha confermato la condanna a sei anni di reclusione per entrambi. I due uomini erano stati arrestati nel 2013 nell’ambito dell’operazione denominata ‘Petelia’ insieme ad altri componenti dello stesso nucleo familiare, titolari della ‘Stt’ (Società trasporti Tesoriere) e della società cooperativa Petelia’, entrambe con sede a Strongoli, che avevano monopolizzato il servizio di trasporto del legname allo stabilimento Biomasse di Strongoli. E quando poi l’azienda aveva deciso di revocare l’appalto erano iniziate le intimidazioni nei confronti dei vertici aziendali, ottenendo così un rinnovo del contratto per un anno.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x