Ultimo aggiornamento alle 9:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

rivoluzione digitale

Si accettano monete digitali. Anche in Calabria si paga in criptovalute

Non solo bitcoin. Strutture ricettive, bar e ristoranti riempiono una mappa, in continuo aggiornamento

Pubblicato il: 21/11/2023 – 14:11
Si accettano monete digitali. Anche in Calabria si paga in criptovalute

LAMEZIA TERME Il progresso tecnologico cambia e influenza l’agire quotidiano. Alcuni settori sono stati letteralmente travolti dalla digitalizzazione. Le criptovalute sono assolute protagoniste di questo progresso 2.0. L’utilizzo di monete digitali è al centro dell’attenzione di piccoli e grandi investitori: uno scenario in continua evoluzione. Non sorprende, dunque, come siano in crescita i commercianti e gli esercenti pronti ad accettare pagamenti in criptovalute. Bitcoin è quella più usata e forse quella più conosciuta, ma anche in Italia si fanno strada altri strumenti digitali. Nel 2023, secondo il quotidiano “La Stampa“, sono saliti a mille i negozi che accettano cripto: grandi catene di distribuzione, supermercati, perfino notai e avvocati che accettano asset digitali come strumenti di pagamento. Il sito di Coinmap fornisce un elenco dettagliato degli esercizi commerciali e delle strutture ricettive che anche in Calabria accettano pagamenti in criptovalute. Dai B&B ai bar, la nostra regione piazza 22 bandierine sulla mappa dei negozi. Un numero in continuo aggiornamento. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x