Ultimo aggiornamento alle 18:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’intervista

Polemica sul film di Versace, Calopresti: «Con Santo stiamo ricucendo»

Il regista presenterà domani al Torino Film Festival la sua pellicola sullo stilista calabrese: «Ci vuole un chiarimento per uscire nelle sale»

Pubblicato il: 25/11/2023 – 15:14
Polemica sul film di Versace, Calopresti: «Con Santo stiamo ricucendo»

TORINO «Avrei preferito che Santo Versace mi chiamasse e mi dicesse: il tuo film su mio fratello alla Festa di Roma non lo voglio». Lo dice all’Ansa Mimmo Calopresti, che domani presenta al Torino Film Festival “Gianni Versace. L’imperatore dei sogni”, film dedicato allo stilista calabrese, prima invitato e poi rifiutato dalla Festa del cinema di Roma. «Credo che Santo, molto amico di Paola Malanga (direttrice artistica del festival, ndr) le ha semplicemente detto “non voglio partecipare” e lei, che è appunto una sua amica, lo ha accontentato», spiega oggi Calopresti tornando sulla polemica. Allora la direttrice artistica del festival della capitale per motivare l’esclusione definì il film di Calopresti “non idoneo” alla proiezione ufficiale.
Ha mai sentito Santo Versace da allora? «No, ci siamo solo messaggiati», risponde il regista. E chi fu avvisato dell’esclusione del film alla Festa di Roma? «Lo ha detto la stessa Malanga ai produttori di Qualità, Mariella Li Sacchi e Amedeo Letizia». Adesso a che punto siete? «Stiamo cercando un accordo produttivo con i Versace, sarà difficile, ma credo arriverà. Loro sono dentro la produzione con la Minerva Pictures e ci vuole un chiarimento per poter uscire in sala. Poi ci sono di mezzo anche i diritti per venderlo all’estero», sottolinea ancora Calopresti.
Quanto alla presenza a Torino, «devo dire che sono molto amico di Steve Della Casa (direttore artistico del Tff) e poi alla fine i film sono più importanti delle polemiche».

La trama del film

“Gianni Versace. L’imperatore dei sogni” inizia a Reggio Calabria , dove un giovane Gianni Versace (Leonardo Maltese) osserva e impara il mestiere della mamma Franca (Vera Dragone) che fa la sarta nel loro piccolo appartamento. La sua passione per la creazione di abiti nasce già in quel periodo, in cui scopre anche la sua sessualità che non cerca di nascondere per paura del giudizio dei compaesani.
Nel 1971 Gianni si trasferisce a Milano dove inizia la sua brillante ascesa nel mondo della moda. I suoi fratelli, Santo e Donatella, lo affiancano e creano insieme a lui una delle firme più importanti della couture italiana.
Uno stile originale e audace che diventa presto famoso a livello internazionale e attraversa l’oceano affermandosi anche negli Stati Uniti. Un ritratto dello stilista tracciato da Calopresti che nasce da materiale di repertorio e anche dai racconti di parenti, amici illustri e star internazionali (da Valeria Bruni Tedeschi ad Elton John), che lo hanno omaggiato fino alla sua tragica scomparsa, nel 1997. (Ansa)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x