Ultimo aggiornamento alle 21:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La riflessione

La Calabria avverte il bisogno di risollevarsi

Qualcuno si è chiesto perché 1.150 imprese in Calabria hanno “abbassato le serrande” negli ultimi sei mesi? Gli italiani, ma soprattutto le popolazioni del Sud, sono in allarme per come evolve la …

Pubblicato il: 27/11/2023 – 9:30
di Franco Scrima*
La Calabria avverte il bisogno di risollevarsi

Qualcuno si è chiesto perché 1.150 imprese in Calabria hanno “abbassato le serrande” negli ultimi sei mesi? Gli italiani, ma soprattutto le popolazioni del Sud, sono in allarme per come evolve la situazione nel Paese, soprattutto per le famiglie. Si amplifica sempre più la crisi che investe, come sempre, il Mezzogiorno, ma ci si dimentica delle famiglie che debbono fare i salti mortali per giungere a fine mese.
L’aumento del costo della vita ha raggiunto livelli preoccupanti in Calabria, soprattutto per le famiglie monoreddito. Si vive da poveri, senza neanche la speranza di una ripresa. In compenso il Governo chiude un accordo con l’Albania per dirottare, a suon di milioni, gli “emigranti” che chiedono asilo in Italia.
Tutto in questo Paese si decide con naturalezza, come se ogni cosa filasse per il verso giusto. E, invece, il costo della vita è aumentato e il denaro in busta paga non è sufficiente per il fabbisogno delle famiglie, specie di quelle con un solo reddito. Per esse l’unico livello raggiunto, la preoccupazione di come fare per contemplare il pranzo con la cena diventa un enigma. Ma trattandosi di semplici cittadini, sono vicende che interessano poco o nulla.
È triste che ciò accade in una parte del Paese sempre più non considerata alla pari con le regioni del Centro e del Nord. Le famiglie non nascondono di aver perduto la speranza di ritornare all’economia di un tempo che consentiva di vivere dignitosamente. La crescita, oggi, è zero e le condizioni sempre più “affliggenti”. La responsabilità, ancora una volta, ricade sulla  mancata equiparazione degli stipendi al costo della vita.
Rimane anche di attendere quando la Calabria sarà trattata alla stessa stregua delle altre regioni. Anche in questo estremo lembo d’Italia la situazione è divenuta insostenibile e demarca, con sempre più evidenza, la differenza tra Sud, Centro e Nord.
Secondo i tecnici non c’è tempo da perdere per capire che il Sud (e la Calabria in particolare) è una realtà diversa dal resto del Paese; spesso dimenticata e che oggi ne rivendica l’ “attenzione” che non le viene riconosciuta, tanto a poter contrastare la crisi con un piano di sviluppo forte e dignitoso. Ciò consentirebbe alla Calabria di raggiungere quel minimo edittale per affrontare e risolvere tutto ciò che altrove è ormai la normalità.
*giornalista

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x