Ultimo aggiornamento alle 22:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’iniziativa

Regione, ecco la proposta di legge per garantire i pieni diritti delle persone sorde

Il testo della Lega punta alla piena inclusione delle persone con disabilità sensoriale, coinvolgendo anche le scuole e i media televisivi

Pubblicato il: 27/11/2023 – 13:51
Regione, ecco la proposta di legge per garantire i pieni diritti delle persone sorde

REGGIO CALABRIA «Promuovere la rimozione e l’abbattimento di ogni barriera alla comunicazione, nonché favorire l’accesso delle persone con disabilità sensoriale, in condizioni di parità con gli altri cittadini, alle attività formativo-educative e culturali, alle informazioni e ai servizi pubblici regionali». E’ questo l’obiettivo di una proposta di legge regionale presentata dal gruppo della Lega – primo firmatario Filippo Mancuso, firmatari Giuseppe Gelardi, Pietro Raso e Pietro Molinaro – che prevede “Disposizioni per l’inclusione sociale, la rimozione delle barriere e il riconoscimento e la promozione della lingua dei segni e la piena accessibilità delle persone sorde alla vita collettiva”. La proposta di legge ha come destinatari le persone sorde, sordocieche, con disabilità uditiva in generale. La proposta di legge, che è stata inserita all’ordine del giorno dell’odierno Consiglio regionale, si fonda sul principio di eguaglianza sostanziale sancito dal comma 2 dell’articolo 3 della Costituzione «per promuovere il raggiungimento di una piena inclusione nella società e partecipazione alla vita collettiva delle persone con disabilità sensoriale», e punta sul potenziamento della diffusione e dell’acquisizione della lingua italiana dei segni (Lis) e della lingua dei segni italiana tattile (List) riconosciuti quali «strumenti operativi essenziali per favorire l’accesso di tali persone alle attività formativo-educative e culturali, alle informazioni ed ai servizi pubblici regionali nonché a qualunque altro contesto di interesse per il disabile». Si prevedono interventi in ambito scolastico e formativo finalizzati al conseguimento dell’obiettivo del pieno accesso alle attività formativo-educative e alla piena realizzazione del percorso scolastico, inoltre «allo scopo di facilitare l’accesso all’informazione attraverso i media televisivi» la proposta di legge regionale del gruppo della Lega prevede che «la Regione promuova appositi accordi o protocolli di intesa con le emittenti televisive private locali e con la sede regionale della Calabria, anche in collaborazione con il Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.re.Com), finalizzati a dotare i programmi informativi e comunicativi a carattere regionale, di apposite sottotitolazioni e traduzione simultanea nella Lis». La proposta di legge infine dispone uno stanziamento di 40mila euro all’anno per tre anni per conseguire gli obiettivi previsti dalla normativa.

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x