Ultimo aggiornamento alle 16:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il verdetto

‘Ndrangheta, infiltrazioni nel porfido trentino: due condanne in appello

Inflitti 10 anni a Domenico Morello, imprenditore nel settore del porfido e 6 anni e 8 mesi all’operaio Denise

Pubblicato il: 05/12/2023 – 18:09
‘Ndrangheta, infiltrazioni nel porfido trentino: due condanne in appello

TRENTO Confermata l’associazione a delinquere di stampo mafioso nel processo d’appello per le infiltrazioni della ‘ndrangheta nel tessuto economico del porfido trentino. Per i giudici, chiamati a sentenziare su uno stralcio del processo principale sulla presenza di una locale di ‘ndrangheta tra le cave della val di Cembra, i due imputati sono da condannare: 10 anni per Domenico Morello, imprenditore attivo nel settore del porfido, 6 anni e 8 mesi per l’operaio Pietro Denise, pena dunque ridotta per la concessione delle attenuanti generiche rispetto alla condanna di primo grado a 8 anni. Tra le parti civili la Provincia autonoma di Trento, i sindacati e l’amministrazione comunale di Lona Lases, ancora commissariata perché per tre volte non è riuscita a esprimere sindaco e consiglio comunale alle elezioni. (LaPresse)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x