Ultimo aggiornamento alle 10:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il piano

“Calabria 2032”, Ferraris: «Puntiamo sull’elettrificazione e il Porto di Gioia Tauro»

Nel corso dell’iniziativa a Roma ha parlato l’amministrato delegato di Fs ha spiegato: «Pronti ad investire di più nei prossimi vent’anni»

Pubblicato il: 07/12/2023 – 16:04
“Calabria 2032”, Ferraris: «Puntiamo sull’elettrificazione e il Porto di Gioia Tauro»

ROMA Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha presentato oggi a Roma gli interventi previsti nella regione Calabria (ne abbiamo scritto qui). All’evento, che si è tenuto nell’Auditorium di Villa Patrizi, sede centrale dell’azienda in Piazza della Croce Rossa 1, l’Ad di Fs Luigi Ferraris ha annunciato una serie di importanti investimenti in Calabria. «Il nostro piano industriale di 200 miliardi di euro nei prossimi 10 anni, prevede 13 miliardi per la Calabria che per noi riveste un ruolo importante». «Gestiamo 400 km di linee e siamo impegnati con tutti i nostri poli logistici per ridurre i tempi di viaggio e migliorare comfort e sicurezza». Ma quali saranno gli interventi principali? «L’elettrificazione della linea jonica Taranto-Reggio e Rosarno-San Ferdinando» mentre per il Porto di Gioia Tauro «è il più grande terminal del Mediterraneo e il nostro compito è quello dello sviluppo intermodale. Nei prossimi 20 anni dovremmo investire ancora di più».

L’alta Velocità

Non solo la linea ferroviaria ordinaria, gli sforzi sono indirizzati soprattutto alla realizzazione dell’Alta velocità. «Le linee calabresi fanno parte anche di un progetto pilota per i convogli con carburanti ecologici e biocombustibili. Investiremo oltre 300 milioni di euro per il rinnovo della flotta ma serve collaborazione di tutte le parti coinvolte per finanziare le opere nella loro interezza», e chiosa «tutto questo può avvenire “con un quadro istituzionale favorevole”. Turismo lento, ma non solo. L’obiettivo è anche catturare la fascia alta di potenziali clienti, soprattutto stranieri, che apprezzano i treni storici, toccando mete turistiche note e c’è già una domanda importante. «Il 15 dicembre partiamo con il collegamento notte Roma-Cortina. C’è una fascia in cui credo che è il turismo lento di prossimità, valorizzando stazioni anche calabresi proponendo prodotti locali, sono 500 le stazioni dismesse».

Sicurezza sulle linee calabresi

C’è, poi, una componente di chiusura e messa in sicurezza dei passaggi a livello, «un 10% di 500 milioni di euro di investimenti andrà in Calabria». Per quanto riguarda la Galleria di Cutro Rfi, ha spiegato Gianpiero Strisciuglio Ad di Rfi «siamo partiti ad ottobre bandito due gare elettrificazione e l’obiettivo è coerente con i target del Pnrr. La Galleria di Cutro non rappresenta un problema per l’elettrificazione, abbiamo tecnologie che consentono di attrezzare 7gallerie che hanno una certa età. Da Catanzaro fino al Porto San Salvo, dobbiamo avanzare con al fase di progettazione e rendere disponibile il corretto percorso delle opere. Con la Salerno Reggio Calabria stiamo procedendo per una progettazione e andremo a finanziare con altre fonti». I tempi? «Dobbiamo andare verso un progetto nel suo complesso. Ci ritroviamo a realizzare opere pensate dieci anni fa, oggi cerchiamo di farvi vedere quanto è importante concludere queste opere». (f.b.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x