Ultimo aggiornamento alle 22:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

palazzo campanella

Regione, Bilancio di previsione in dirittura d’arrivo: il 22 dicembre l’ok in Consiglio

Oggi primo passaggio in seconda Commissione. Diversi i timori sul possibile impatto negativo della riduzione dei trasferimenti statali sulla manovra

Pubblicato il: 14/12/2023 – 18:48
Regione, Bilancio di previsione in dirittura d’arrivo: il 22 dicembre l’ok in Consiglio

REGGIO CALABRIA Il 22 dicembre si torna in Consiglio regionale per l’approvazione del Bilancio di previsione della Regione: a stabilirlo è stata la Conferenza dei capigruppo convocata oggi dal presidente dell’assemblea legislativa Filippo Mancuso. L’ordine del giorno – secondo quanto si apprende da fonti di Palazzo Campanella – dovrebbe prevedere solo le pratiche di bilancio, oltre alla manovra quindi anche la Legge di stabilità per il 2024. Il Bilancio di previsione è stato approvato nei giorni scorsi dalla Giunta regionale: una manovra di circa 6,5 miliardi, al solito condizionata da diversi vincoli, con una disponibilità di risorse autonome di circa 800 milioni.

I lavori della seconda Commissione

Il documento contabile e la legge di stabilità sono stati al centro oggi della riunione della seconda commissione del Consiglio regionale presieduta da Antonio Montuoro, di Fratelli d’Italia, con l’intervento del dg del Dipartimento Bilancio Filippo De Cello.  Secondo De Cello – si legge dal resoconto di seduta – «questo bilancio non ricalca quelli precedenti, è stato necessario prevedere alcune fattispecie che prescindono dalla volontà politica, ma che sono in relazione al taglio sulle Regioni previsto dall’ultima manovra: 30 milioni in meno per la Calabria che richiederanno un sacrificio su risorse che avrebbero potuto essere destinate a dare respiro alla manovra. E’ necessario finanziare il Por per una quota annua di 37 milioni fino al 2029 e c’è l’obbligatorio contributo di finanza pubblica da parte delle regioni». Francesco De Nisi, di Azione, pone una questione seria chiedendo «alla luce delle notizie che provengono dal Parlamento, che riferiscono di una riduzione sostanziale dei finanziamenti statali» se questo inciderà sul bilancio «seppure non sia stata ancora approvata la legge di bilancio nazionale». De Cello spiega: «L’Fsc non è ancora iscritto in bilancio, una parte di esso servirà per il finanziamento del Ppr, ma qualunque sia l’effettivo stanziamento, sicuramente, non impatta sul documento in discussione».  A sua volta Antonio Lo Schiavo, del Misto, dopo aver evidenziato alcune criticità contabili come il peso dei pignoramenti, chiede, da un punto di vista tecnico, «quanto inciderà sul bilancio in esame la previsione governativa e se sarà visibile nei conti regionali la riduzione di un miliardo di euro prevista». Secondo Raffaele Mammoliti, del Pd, «sulle novità negative relative alla legge di stabilità che sottrarrebbe risorse alla regione 15,610 milioni di euro che non vengono asciate alla spesa libera, sarebbe utile il coinvolgimento dei parlamentari regionali per fare massa critica sul provvedimento del Governo». Sempre Mammoliti sostiene che «sarebbe il caso di ripristinare il percorso con l’apertura della sessione di bilancio per un approfondimento più puntuale dei documenti di finanza, come da regolamento interno». Interviene quindi il presidente della seconda Commissione Montuoro: «Sul Fondo di coesione – dice Montuoro, secondo quanto riporta il resoconto di seduta – si possano avere notizie quanto prima. Sulla richiesta di apertura di una sessione dedicata al bilancio, la tempistica è stretta, ma si sta cercando di programmare quante più sedute possibili per consentire un puntuale e democratico dibattito». Montuoro ha quindi aggiornato i lavori della Commissione a lunedì aprendo i termini per gli emendamenti. (a. c.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x