Ultimo aggiornamento alle 23:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il disservizio

Improvviso black out elettrico, odissea notturna per 350 famiglie di Corigliano Rossano

Enormi disagi in alcune aree della città. Sbalzi di tensione anche a Rossano scalo e condomini in tilt. Nessun chiarimento da parte di Enel

Pubblicato il: 20/12/2023 – 11:49
Improvviso black out elettrico, odissea notturna per 350 famiglie di Corigliano Rossano

CORIGLIANO-ROSSANO Oltre 350 famiglie lasciate al buio e al freddo durante la notte scorsa a causa di un improvviso black-out elettrico. È successo ieri sera, nella periferia est di Corigliano-Rossano, nelle aree di Fossa, Zolfara e Toscano. Un guasto non preventivato ma che ha creato innumerevoli disagi, accentuati dal fatto che in molti non sono riusciti ad avere un contatto diretto con il gestore della rete dal momento che i centralini sono risultati improvvisamente intasati. Il fatto è avvenuto attorno alle 21 quando in quasi tutte le case dell’area interessata è andata via la luce. Nessun avviso, dicevamo, e persone (tra questi tantissimi anziani) nel totale panico. Anche i tempi di ripristino, che sul portale segnalazioni di Enel Distribuzione venivano indicati per le 23.30, si sono dilatati di ore. In alcune abitazioni, infatti, la corrente è ritornata alle 3 di stamattina. Ancora ora non c’è nessun chiarimento, tantomeno una comunicazione ufficiale da parte di Enel che spieghi cosa sia successo. Insomma, come se nulla fosse successo. In realtà, il guasto di ieri potrebbe avere una correlazione diretta con i lavori di ammodernamento della linea che si stanno effettuando sul territorio di Corigliano-Rossano. Già, perché ieri sera nel momento in cui nelle periferie la luce andava via, moltissime zone del centro urbano di Rossano sono state interessate da improvvisi cali e sbalzi di tensione che hanno mandato in tilt ascensori, locali tecnici, caldaie ed elettrodomestici. Anche in questo caso, silenzio tombale da parte di Enel che – evidentemente – ha abdicato alla buona prassi della comunicazione. Non solo, l’intera città, proprio a causa di questi lavori, continua a rimanere prigioniera dei tantissimi cantieri aperti che operano in città creando disagi a go-go in un periodo dell’anno in cui c’è molta più mobilità di persone. È parere di molti, infatti, che questi lavori avrebbero meno impatto sul comfort della popolazione se venissero effettuati nelle ore notturne, senza creare problemi al traffico, alle attività commerciali e alle scuole. Invece, tutto avviene in pieno giorno, contestualmente a una città in fermento che si sente esasperata. (Eco dello Jonio)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x