Ultimo aggiornamento alle 20:26
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il punto politico

Reggio Calabria, il gioco al rimpallo. Non si sbroglia la matassa per la nuova Giunta

Le trattative tra il sindaco Falcomatà e gli alleati non fanno né un passo avanti né un passo indietro. L’incertezza regna sovrana su modi e tempi

Pubblicato il: 20/12/2023 – 13:06
Reggio Calabria, il gioco al rimpallo. Non si sbroglia la matassa per la nuova Giunta

REGGIO CALABRIA Non un passo avanti, non un passo indietro. In sintesi: situazione di stallo. Ancora al palo le trattative che il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ha avviato con i partiti alleati per la formazione della nuova Giunta, quella del rilancio dell’ultimo scorcio di legislatura consiliare dopo la lunga parentesi di sospensione per la vicenda “Miramare”. Secondo quanto si apprende da fonti qualificate, le interlocuzioni con i partiti della coalizione da parte di Falcomatà al momento segnalano una fase di “stand by”, che ovviamente non depone bene perché denota una stanchezza e un logoramento che si ripercuotono anche sull’azione amministrativa. Il nodo gordiano da sciogliere (e al momento ancora impossibile da sciogliere) resta il tema dell’azzeramento più o meno totale dell’attuale esecutivo: azzeramento che Falcomatà vuole totale eccezion fatta per Paolo Brunetti, il vicesindaco di Italia Viva suo facente funzioni nella fase di sospensione, un’eccezione che agli alleati non va tanto giù nel senso che – è il ragionamento dei partiti – l’azzeramento o è totale oppure non è.  Il dialogo tra le parti procede “ad oltranza” ma al momento in modo alquanto inconcludente, e con i tempi che si stanno dilatando a dismisura. La maggior parte degli osservatori politici sostiene che Falcomatà troverà la quadratura del cerchio tra Natale e Capodanno ma in realtà potrebbe avvenire anche prima o magari con l’anno nuovo. Nell’ultimo incontro nello scorso fine settimana tra Falcomatà e il suo partito, il Pd, si erano registrati segnali di disgelo ma al momento questi segnali non avrebbero trovato particolare concretezza. Problemi poi ci sarebbero da parte di Falcomatà con i Dp di Nino De Gaetano e con Italia Viva, che non vuole intestarsi Brunetti, così come con Azione e con i socialisti, perché nessuno vuole cedere lo spazio che ha. Ci si parla ma ci si rilancia la palla a vicenda in un gioco che diventa un corto circuito. E la matassa non si sbroglia… (c. a.)

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x