Ultimo aggiornamento alle 12:38
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Bandecchi offende Orrico in diretta su Raitre: «Va abbattuta». È polemica – VIDEO

Il violento attacco nel programma “Agorà” del sindaco di Terni alla deputata calabrese del Movimento 5 Stelle

Pubblicato il: 12/01/2024 – 15:10
Bandecchi offende Orrico in diretta su Raitre: «Va abbattuta». È polemica – VIDEO

COSENZA «La signora va abbattuta». Con questa frase a dir poco aggressiva e violenta Stefano Bandecchi si è rivolto al conduttore nel corso del programma “Agorà”, in onda ieri mattina su Raitre, riferendosi ad Anna Laura Orrico, deputata calabrese del Movimento 5 Stelle, ospite in studio insieme al sindaco di Terni. «No – ha replicato immediatamente Orrico – io non vado abbattuta e si rivolga con rispetto». «Il fatto che lei è una donna – ha detto a sua volta Bandecchi – non me ne può fregar de meno». Il primo cittadino ha continuato ad imperversare liberamente chiedendo (o sarebbe meglio dire, ordinando) alla deputata di «stare zitta». «Io non sto in silenzio – ha subito risposto Orrico – soprattutto quando vengono utilizzati degli epiteti che non sono dignitosi né di un uomo, né di un sindaco». Solo dopo alcuni secondi, in maniera piuttosto timida a dire il vero, il conduttore del programma Roberto Inciocchi ha chiesto a Bandecchi di chiedere scusa a Orrico. Bandecchi, ovviamente, si è rifiutato.

Carotenuto: «Linguaggio violento e sessista»

«Da Bandecchi linguaggio violento e sessista ad Agorà». Così Dario Carotenuto, il capogruppo M5S in commissione di vigilanza Rai, sull’intervento del sindaco nella trasmissione di Rai 3. «Sefano Bandecchi – tuona Carotenuto – si è permesso di rivolgersi al conduttore della trasmissione dicendo la frase “la abbatta”, riferita alla nostra Anna Laura Orrico, esprimendo un linguaggio intimidatorio e violento nei confronti di una donna che è assolutamente incompatibile con il Servizio Pubblico e in generale con la civiltà del dibattito. Auspichiamo che nelle trasmissioni, soprattutto quelle del Servizio Pubblico, ci si pensi due volte prima di invitare un simile personaggio». Questa la replica di Bandecchi: «Se non fosse gravissimo il tentativo di censura da parte del capogruppo in vigilanza Rai, Carotenuto, la sua critica mi farebbe solo sorridere. Si tenta di strumentalizzare un normale battibecco televisivo trasformandolo in un inesistente episodio di sessismo».

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x