Ultimo aggiornamento alle 13:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

il fatto

Preside aggredito a Cosenza, la solidarietà di politica e sindacati

Il dirigente scolastico dello scientifico “Scorza”, Aldo Trecroci, è anche consigliere comunale e iscritto al Partito democratico

Pubblicato il: 16/01/2024 – 16:59
Preside aggredito a Cosenza, la solidarietà di politica e sindacati

COSENZA Il dirigente scolastico del liceo scientifico “Scorza”, Aldo Trecroci, è stato aggredito dal genitore di un’alunna per motivi al vaglio degli inquirenti. Sulla vicenda è intervenuta sia la politica, tramite il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Mazzuca (Trecroci è infatti un consigliere di Palazzo dei Bruzi, iscritto al Pd ma da poco nel gruppo Democrazia e Partecipazione), sia i sindacati, con l’Usb.

Le reazioni

«Quel che è accaduto al Liceo Scorza è inqualificabile, inaudito ed irrispettoso di chi, nel suo ruolo di dirigente scolastico, ha contribuito ad innalzare il livello e la considerazione di una scuola-modello che deve ora reagire e chiedere con forza la condanna di un gesto vile e che va perseguito nelle sedi opportune». Lo afferma il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Mazzuca condannando aspramente l’episodio verificatosi al Liceo Scorza e che ha riguardato il dirigente scolastico Aldo Trecroci , aggredito dal genitore di un alunno. «Esprimo – sottolinea Mazzuca – a nome di tutto il consiglio comunale, la mia più convinta solidarietà ad Aldo Trecroci, prima nella sua veste di dirigente scolastico esemplare e fortemente impegnato nello sviluppo della scuola che guida e poi nella sua qualità di consigliere comunale della maggioranza di Palazzo dei Bruzi. La vile aggressione di cui è stato vittima l’amico Trecroci merita parole di dura condanna e riprovazione e rivela, purtroppo, fatti i dovuti distinguo, lo stato di preoccupante difficoltà che stanno vivendo le istituzioni scolastiche a causa molto spesso di condotte tutt’altro che irreprensibili e lontane anni luce dal rispetto che ha sempre contraddistinto in passato i rapporti tra i genitori e la dirigenza scolastica. Siamo vicini ad Trecroci e lo invitiamo a proseguire nella sua meritoria attività al servizio della scuola e degli alunni che la frequentano».
“Esprimo totale solidarietà e vicinanza, personale ed istituzionale, anche a nome dell’intero Esecutivo Municipale al Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico Scorza, Aldo Trecroci, per l’aggressione subita all’interno dell’istituzione scolastica”. E’ quanto afferma il sindaco di Cosenza, Franz Caruso, che prosegue: “Aldo Trecroci, che peraltro è consigliere comunale e mio delegato alla Pubblica Istruzione, è stato fatto oggetto di un atto di violenza che condanno con fermezza e senza mezzi termini. In ciò v’è anche una mia forte preoccupazione per il contesto in cui si è svolo l’atto di aggressione che è quello dell’istituzione scolastica, il cui compito fondamentale è quello di preparare il cittadino di domani attraverso il rispetto delle regole, della convivenza civile e democratica a cui concorre a pieno titolo anche e soprattutto la famiglia”. «L’episodio di aggressione al dirigente Trecroci da parte di un genitore è l’ennesimo che si registra – conclude il sindaco Franz Caruso – Ciò conferma, purtroppo, che nella società attuale anche e soprattutto la famiglia sta attraversando un momento di crisi profonda in cui è sminuito il compito educativo genitoriale. In questo contesto di estrema fragilità, in cui si interrompe la sinergia e la collaborazione fattiva tra scuola e famiglia, indispensabile per creare una società sempre più solidale e progredita, a farne le spese sono i nostri bambini ed i nostri giovani, che hanno bisogno di avere punti di riferimento importanti per diventare donne e uomini liberi e consapevoli. E’ questo il mio cruccio più grande”.
Per Pino Assalone (USB Scuola Cosenza) «la violenza subita dal prof. Aldo Trecroci, dirigente scolastico del Liceo “Scorza” di Cosenza va condannata senza mezzi termini da tutti. Il personale della scuola tutto svolge con difficoltà quotidiane la propria attività, all’interno di un contesto sociale dove sempre più si perdono valori fondamentali quali il rispetto per gli altri e per il loro lavoro e dove la funzione degli operatori scolastici viene sempre più svalorizzata. Una aggressione brutale, ingiustificabile quale che sia ciò che potesse scatenarla nella mente del genitore, un gesto inconsulto che lascia sbigottiti e soprattutto offende tutti coloro che nella scuola vivono, operano, credono in quel che fanno. Questo atto segue di appena tre mesi l’ultimo, simile, che avevamo vissuto nel nostro territorio: speriamo che questa volta si apra una riflessione seria, si accendano i riflettori necessari e si affronti finalmente il tema di un diverso modello educativo che deve essere la strada maestra nelle scuole, nelle famiglie, nella società tutta. Il mondo della scuola, tutte e tutti coloro che lo sentono come proprio, lo meritano. Esprimiamo come USB Scuola di Cosenza la nostra totale solidarietà e vicinanza al prof. Trecroci. Certi che non sarà questo brutto episodio a fargli perdere impegno e tenacia nelle sue responsabilità».
«In una società liquida come la nostra, le aggressioni, fisiche e verbali, verso i professori sono drammaticamente un elemento in crescita» commenta Maria Pia Funaro del Pd cosentino. «La scuola diventa, troppo spesso, scenario di forme di violenza, che vanno fermamente condannate. Tutta la mia vicinanza e tutta la mia solidarietà a Aldo Trecroci, compagno di battaglie per la tutela della libertà in ogni sua forma».
«Non conosco personalmente il preside del liceo scientifico Scorza, Aldo Trecroci, che riveste anche la qualifica di consigliere comunale di Cosenza ma l’aggressione di cui è stato vittima è ingiustificabile. È un gesto che squalifica la nostra città e che va condannato senza remore. È impensabile che si arrivi ad aggredire un dirigente scolastico o un docente». Lo afferma il deputato Alfredo Antoniozzi vice capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x