Ultimo aggiornamento alle 16:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la manifestazione

De Luca: «Governo di cialtroni. Al Sud non siamo miserabili»

Le parole del governatore campano a Roma su autonomia differenziata e Fondi di coesione

Pubblicato il: 16/02/2024 – 19:02
De Luca: «Governo di cialtroni. Al Sud non siamo miserabili»

ROMA «Deve terminare la narrazione secondo la quale al Nord abbiamo le virtù e al Sud abbiamo i miserabili. Serve un’operazione verità: al Sud oggi arrivano meno risorse. Al Sud arriva il 25% in meno di risorse, meno spesa pubblica, meno spesa sanitaria, meno posti letto, meno medici. Questa storia deve finire. Non vogliamo togliere soldi alle Regioni sviluppate che sono la ricchezza dell’Italia, ma la spesa aggiuntiva va data alle Regioni del Sud». Lo ha detto oggi il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, a margine della manifestazione da lui organizzata a Roma contro l’autonomia differenziata. 
«Abbiamo un secondo obiettivo oltre all’autonomia differenziata, e cioè quello di sbloccare i fondi di sviluppo e coesione. Quello sui fondi di sviluppo e coesione – ha continuato De Luca – è uno scandalo nazionale di proporzioni inimmaginabili. Ci faranno perdere tre anni di tempo, per impiegare miliardi dei fondi di sviluppo e coesione. È una cosa vergognosa. Fondi che sono destinati al Sud per legge sono bloccati. Non si capisce perché. O meglio, si capisce: perché il Governo pensa di gestire i fondi come se fossero un bottino privato». «Per adesso non sono arrivati i fondi, è da un anno e mezzo che stiamo discutendo con il sedicente ministro della coesione. Se decidiamo stamattina, poi bisogna mandare l’accordo al Cipes e ci vogliono altri due mesi e poi bisogna mandare le carte alla Corte dei conti e passano altri tre mesi e poi bisogna fare le gare per le progettazioni, quelle per le opere e abbiamo perso tre anni di tempo per questa cialtroneria politica di questi dilettanti allo sbaraglio e voi volete che io non chieda che si rivolgano con rispetto al Sud?

«Contro l’ipotesi di autonomia differenziata che divide l’Italia»

«Noi – ha detto anche il governatore campano – siamo contro questa ipotesi di autonomia differenziata che divide l’Italia in due e significa tradire l’unità del Paese. Siamo contro questo contro Risorgimento. Giorgia Meloni non penalizza il Sud: lo calpesta e lo offende (leggi qui la polemica a distanza De Luca-Meloni). La Meloni chieda scusa. Questi fondi erano destinati in primo luogo al Sud. Ma se pensano che la dignità del Sud sia in vendita si sbagliano di grosso. La nostra manifestazione serve a ricordare che la nostra dignità non è in vendita. Chieda scusa perché sta togliendo fondi per creare posti di lavoro».

«Siamo di fronte a un problema che riguarda la democrazia»

«Io sono qui come presidente della Regione Campania e in rappresentanza degli amministratori. Per quanto ci riguarda noi chiederemo che l’Accordo di Coesione con la Campania e le regioni del Sud si firmi la prossima settimana. Quando si tolgono le risorse essenziali per il lavoro e per la vita della gente non siamo più di fronte alla dialettica politica tra maggioranza e opposizione ma siamo di fronte a un problema che riguarda la democrazia». (redazione@corrierecal.it)

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x