Ultimo aggiornamento alle 15:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la manifestazione a cosenza

Autonomia differenziata, «non è una battaglia per il Sud, ma per tutto il Paese»

L’affondo del sindaco di Cosenza. Nicola Irto: «Non c’è un euro sui Lep». Monsignor Checchinato: «Legge che non pensa agli ultimi»

Pubblicato il: 17/02/2024 – 11:56
di Fabio Benincasa
Autonomia differenziata, «non è una battaglia per il Sud, ma per tutto il Paese»

COSENZA Le dure parole di Antonio Decaro nei confronti del progetto di autonomia differenziata, vengono riprese dai relatori che partecipano al convengo organizzato a Cosenza dall’amministrazione guidata da Franz Caruso.

«Non c’è un euro sui Lep»

Nicola Irto è l’unico senatore calabrese ad aver votato contro il Dl Calderoli. «L’abbiamo fatto come gruppo del Partito Democratico, l’hanno fatto tutte le opposizioni, è un provvedimento inaccettabile, divide l’Italia. Noi l’abbiamo richiamato «Spacca Italia», ma soprattutto è inaccettabile che ci siano parlamentari calabresi che abbiano votato a favore». «Questo è un provvedimento voluto dalla Lega con un baratto politico con Fratelli d’Italia e con la Meloni – attacca Irto – un baratto politico di Governo su altri provvedimenti, penso al premierato». E sui Lep, il senatore dem è lapidario. «Non c’è un euro di risorse per i Livelli essenziali delle prestazioni, non c’è una perequazione infrastrutturale, non c’è un investimento nel Mezzogiorno e anche la venuta della Meloni in Calabria è stata senza alcuna risposta nel merito».

«Contrario al Titolo V»

«Io sono stato contrario alla modifica del titolo quinto della Costituzione nel 2001, sono fortemente contrario a questo disegno di legge, perché mina l’unità del Paese, viola quel principio di unicità e indivisibilità dell’Italia, sancito dall’articolo 5 della Costituzione, per cui dobbiamo tutti quanti insieme prendere coscienza che questa battaglia non è solo a difesa del Sud, non è solo a difesa della Calabria, ma a difesa dell’unità del Paese», sostiene Franz Caruso. Il sindaco di Cosenza parla di «lotta» e si associa alla manifestazione di De Luca e dei suoi omologhi a Roma. «Ha avuto un grande successo e alla dovranno seguirne delle altre».

Un vescovo militante

Monsignor Giovanni Checchinato è un vescovo militante. Sale sui palchi e difende gli operai, scende in piazza a sostegno della protesta degli agricoltori e ora partecipa attivamente alle iniziative per dire no all’autonomia differenzia. «L’idea dell’autonomia differenziata penso che ad un cristiano, alla chiesa stia un po’ stretta. Il problema vero è che in una famiglia chi dà il passo sono gli ultimi, sono i più piccoli, e allora questa legge mi pare che non promuova i più svantaggiati ma solo i primi della classe».
(f.benincasa@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x