Ultimo aggiornamento alle 16:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il fatto

Violenza sessuale sulla figlia 12enne, arrestato un uomo a Cirò Marina

Secondo l’accusa, il padre sarebbe entrato più volte nella stanza della bambina praticando atti sessuali con il pretesto del solletico

Pubblicato il: 21/02/2024 – 14:31
Violenza sessuale sulla figlia 12enne, arrestato un uomo a Cirò Marina

CIRÒ MARINA Avrebbe per anni violentato la figlia dodicenne, entrando nella sua stanza a luce spenta e utilizzando i suoi piedi per provare piacere sessuale. È l’accusa rivolta a un 35enne di Cirò Marina, arrestato nei giorni scorsi dai Carabinieri per violenza sessuale aggravata ai danni della figlia. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal gip presso il Tribunale di Crotone su richiesta della locale Procura della Repubblica in base a gravi indizi di colpevolezza. Le indagini, condotte nel mese di febbraio dai Carabinieri della Compagnia di Cirò Marina mediante audizioni di persone informate sui fatti e perquisizioni informatiche, hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza relativamente a sei episodi di violenza sessuale, commessi, tra il 2019 e il 2023, da un trentacinquenne di Cirò Marina, che, con il pretesto di fare il solletico alla bambina, avrebbe in realtà utilizzato i suoi piedi per provare piacere sessuale.

La bambina violentata già a 7 anni

Già i primi accertamenti, condotti subito dopo le dichiarazioni rese dalla minore, avevano consentito di fare luce sulla dinamica dei vari episodi, che avvenivano di notte, quando la mamma della bambina non era in casa, o nel tardo pomeriggio, ma le attività svolte successivamente, e in maniera più approfondita, ne hanno lasciato emergere le modalità, e le fasi preparatorie. L’indagato, infatti, per come ricostruito dagli investigatori, sarebbe stato solito entrare nella stanza dove si trovava la minore, spegnere la luce, abbassare le tapparelle, e farla distendere sul letto, a pancia in giù e con gli occhi chiusi: così, con il pretesto del solletico ai piedi, si sarebbe svolta la pratica sessuale, con la vittima – di soli sette anni all’epoca del primo episodio – ignara della reale consistenza del gesto.  

Il 35enne condotto al carcere di Crotone

Il quadro indiziario raccolto dai Carabinieri a carico dell’indagato è stato condiviso dalla Procura della Repubblica di Crotone, che ha avanzato richiesta di emissione di misura cautelare. Il gip, accogliendo la richiesta, ha disposto la cattura del soggetto, per cui si sono aperte le porte del carcere di Crotone. Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari, e, all’esecuzione della misura cautelare, seguirà l’interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa dell’indagato, la cui eventuale colpevolezza in ordine al reato contestato dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti.

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x