Ultimo aggiornamento alle 15:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

calcio serie c

Crotone, Baldini: «D’Errico avrebbe dovuto mangiare solo insalata, ma ha preso peso»

Le parole del tecnico alla vigilia della partita contro il Monterosi. «Il calciatore non si è comportato da professionista»

Pubblicato il: 15/03/2024 – 18:25
Crotone, Baldini: «D’Errico avrebbe dovuto mangiare solo insalata, ma ha preso peso»

CROTONE Un Silvio Baldini come al solito vulcanico e senza peli sulla lingua. Può essere riassunta così la conferenza stampa di presentazione della partita che domenica sera metterà di fronte il Crotone al Monterosi, penultimo in classifica. La squadra pitagorica vuole riscattare l’ennesimo scivolone interno di domenica scorsa contro il Latina e far dimenticare una settimana di polemiche tra dirigenza e alcuni elementi della rosa. Proprio su quest’ultimo aspetto il tecnico rossoblù (un successo e tre vittorie dal suo arrivo a Crotone) è tornato oggi. A Teramo la sua squadra arriverà con tre elementi messi fuori rosa dalla società: Gigliotti, D’Errico e Dini. «Di Gigliotti – ha affermato Baldini – mi hanno fatto vedere una sua intervista. Ha detto che prima non si perdeva ma si pareggiava. Un messaggio che la società non ha gradito, soprattutto se detto dal capitano della squadra. D’Errico doveva recuperare dall’infortunio e perdere peso. Io controllo il peso e durante questi controlli era molto sceso di tre chili. Ma dopo la trasferta di Messina ha ripreso quasi un chilo. Siccome il nostro direttore ha visto che il giocatore dopo la partita non si era comportato da professionista perché mangiava cose che non avrebbe dovuto mangiare, è stata presa questa decisione nei suoi confronti. A me diceva che mangiava solo insalata, ma sapevo che non poteva essere così. Per Dini discorso è diverso, non c’entra niente». Ma per l’allenatore pitagorico le assenze non devono essere un alibi. «Se uno vuol mettere le mani avanti – ha detto Baldini – trova sempre dei problemi. I problemi esistono quando si vogliono trovare delle scuse. Noi non dobbiamo farlo, abbiamo la possibilità di scendere in campo con 22 giocatori, di cui undici giocano. Non dobbiamo pensare a quelli che non ci sono, andiamo dritti per la nostra strada. Ora è il momento di mettere il cuore oltre i problemi che possiamo avere». «Abbiamo il tempo e lo spazio che ci vengono dettati dalla palla – ha continua l’allenatore – e dove c’è la palla ci deve essere la squadra. Non ci devono essere reparti ma ci deve essere la squadra, in ogni situazione sia di possesso che di non possesso. Una squadra che vuole a tutti costi venire fuori da questa situazione difficile». (f.v.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x