Ultimo aggiornamento alle 18:32
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la polemica

Erbacce e rami spezzati, il degrado al Parco urbano di Vibo Valentia – FOTO

Scontro tra Giovanni Russo e l’assessore Katia Franze. «Condizione pietosa». La risposta del Comune: «Pulizia già avviata»

Pubblicato il: 12/04/2024 – 16:18
Erbacce e rami spezzati, il degrado al Parco urbano di Vibo Valentia – FOTO

VIBO VALENTIA Erbacce, panchine rotte e rami spezzati. È quanto si vede nel Parco urbano di Vibo Valentia, sito nel quartiere di Moderata Durant e a pochi passi dall’ancora chiuso e discusso nuovo teatro comunale. Una zona che da giorni alimenta diverse polemiche e “colpita” da varie problematiche. Se i residenti sono alle prese con le reiterate denunce di schiamazzi e vandalismo, a suscitare numerose lamentele è anche la condizione di degrado del Parco urbano. «Anziché pensare a fare post sul lavoro altrui pensi a fare tagliare l’erba al parco urbano che si trova in una condizione pietosa. Qui niente selfie?» è il post polemico dell’ex assessore Giovanni Russo, indirizzato all’attuale giunta guidata da Maria Limardo.

La replica del Comune: «Pulizie già avviate»

Provocazione a cui non ha mancato di rispondere l’assessore al decoro urbano della giunta vibonese. «Ringrazio l’ex assessore Giovanni Russo per la premura che ha manifestato nel farci presente, a mezzo social, che al Parco urbano di Vibo Valentia cresce l’erba» ha scritto in una nota Katia Franzè. «Lo ringrazio per avermi dato l’occasione di rassicurare la cittadinanza sul fatto che l’amministrazione comunale ha ben presente la situazione, non soltanto del Parco urbano ma di tutte le aree verdi della città e delle frazioni, ed ha predisposto un piano di intervento di pulizia e sfalcio che impiegherà la ditta incaricata per tutto il mese di aprile e maggio». La pulizia, come spiega l’assessore, è già iniziata da giorni con un iniziale taglio dell’erba ma soltanto intorno ad alcuni arbusti. Per il resto, spiega, «richiede altri giorni per essere portata a compimento». Franzè ammette nella nota l’indisponibilità di risorse economiche per una manutenzione ordinaria del Parco, aggiungendo: «Ad ogni modo voglio tranquillizzare tutti: il Comune non è inerte, sappiamo cosa dobbiamo fare, e lo stiamo facendo». La controreplica di Russo non si è fatta attendere, tramite un post in cui ha ringraziato l’assessore all’ambiente Vincenzo Bruni per la programmazione della pulizia «pur non essendo di sua competenza. Tutto il resto è noia».

Panchine divelte e rami spezzati: a breve l’avvio dei lavori

Non solo “erbacce”, ma anche rami spezzati e panchine divelte. Anni di abbandono e scarsa manutenzione che hanno portato alla situazione di degrado del Parco urbano, come si evince dalla targa ormai corrosa dal tempo posta sul cancello principale. L’unico vero intervento straordinario degli ultimi anni è stata la costruzione all’interno di una palestra “inclusiva” e pubblica all’aperto, inaugurata ad aprile 2022. Una situazione dovuta, come ammette la stessa assessora Franzè, all’assenza di risorse necessarie per una manutenzione ordinaria dell’unico vero parco al momento accessibile del capoluogo, dal momento che il Parco delle Rimembranze è occupato dai lavori di restyiling. Riqualificazione che, secondo il programma dell’amministrazione, dovrebbe presto iniziare anche in quello di Moderata Durant con le risorse ottenute dal deputato forzista Giuseppe Mangialavori. (Ma.Ru.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x