Ultimo aggiornamento alle 14:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la nomina

Caterina Chiaravalloti è la nuova presidente della Corte d’appello di Reggio Calabria

Lo ha deliberato stamane il plenum del Consiglio Superiore della Magistratura. Superata di un voto Olga Tarzia

Pubblicato il: 17/04/2024 – 13:11
Caterina Chiaravalloti è la nuova presidente della Corte d’appello di Reggio Calabria

ROMA E’ Caterina Chiaravalloti la nuova presidente della Corte d’appello di Reggio Calabria. Lo ha deliberato stamane il plenum del Csm, con una votazione che lo ha visto spaccato: per la nomina di Chiaravalloti – fino ad oggi presidente del tribunale di Latina – infatti, sono stati 16 i voti a sostegno (tra cui quello del vicepresidente Pinelli), uno solo in più di quelli espressi per l’altra candidata, Olga Tarzia, attualmente presidente di sezione nell’ufficio giudiziario reggino. In plenum si è registrata anche un’astensione. Per Chiaravalloti ha votato anche il vicepresidente del Csm, Fabio Pinelli.

Plenum diviso

Nel corso del dibattito in plenum prima del voto si è discusso dell’importanza del radicamento sul territorio, argomento utilizzato da alcuni consiglieri come elemento in favore di Olga Tarzia, che in Calabria ha svolto tutta la sua carriera professionale. Su questo è intervenuto il vicepresidente Pinelli. «Il radicamento sul territorio per moltissimi anni, soprattutto nei territori caratterizzati da profili di sensibilità di criminalità organizzata, ha sicuramente un lato positivo ma anche un lato negativo, che riguarda le potenziali interferenze nell’esercizio delle funzioni, che sono frutto di convivenze sociali non certo di volontaria cessione a forme di indebita collusione», ha detto, spiegando il suo voto in favore di Caterina Chiaravalloti. «E’ la diversità delle esperienze che fa costruire in modo corretto la capacità di svolgere funzioni direttive e non la persistente attività professionale prestata presso lo stesso distretto», ha aggiunto Pinelli, sottolineando poi che «è limitativo pensare di circoscrivere la realtà criminale della ‘ndrangheta al territorio calabrese», ed evidenziando che «la funzione prima del presidente di Corte d’Appello è di carattere organizzativo e non investigativo». 

La carriera di Chiaravalloti

Chiaravalloti, 60enne catanzarese, in magistratura dal 1989, in passato – dal 1990 al 2002 – è stata pm a Catanzaro, dove ha svolto poi anche funzioni giudicanti in tribunale e in Corte d’appello. Dal 2009 al 2013 è stata fuori ruolo per svolgere l’incarico di consulente giuridico al ministero degli Esteri, e, dopo il rientro in magistratura nel 2013, ha guidato il tribunale di Castrovillari fino al gennaio 2018, quando è stata nominata presidente del tribunale di Latina. Alla presidenza della Corte d’appello di Reggio Calabria Caterina Chiaravalloti subentra a Luciano Gerardis, andato in pensione nel dicembre del 2022. L’ufficio è stato diretto per alcuni mesi, come facente funzioni, dal presidente della Corte d’assise d’appello, Bruno Muscolo, poi andato anche lui in pensione, lasciando il ruolo ad Olga Tarzia. 

Foto di copertina tratta da ilmessaggero.it

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x