Ultimo aggiornamento alle 23:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la dichiarazione

Alecci: «Contro la ‘ndrangheta necessaria una presa di posizione comune e netta»

Il consigliere regionale a margine della manifestazione a Isola Capo Rizzuto: «L’assuefazione sarebbe l’errore più grande»

Pubblicato il: 30/04/2024 – 18:16
Alecci: «Contro la ‘ndrangheta necessaria una presa di posizione comune e netta»

ISOLA CAPO RIZZUTO «”No alla ‘ndrangheta!” Un messaggio chiaro, breve, inequivocabile scandito da una comunità intera. Oggi a Isola Capo Rizzuto ho voluto essere presente e portare il mio contributo alla manifestazione promossa dall’amministrazione comunale per dimostrare come la cittadinanza intenda opporsi in tutti i modi a qualunque tipo di criminalità organizzata. Questo comprensorio è stato, infatti, ancora teatro di vili atti intimidatori nei confronti del tessuto imprenditoriale con l’incendio, qualche giorno fa, di alcuni automezzi di un’impresa locale. Ma già a gennaio ero venuto ad effettuare un sopralluogo presso la “Casa della legalità Piersanti Mattarella” consegnata all’Associazione “Valentia” dall’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità (Anbsc), e brutalmente vandalizzata pochi giorni prima. Una situazione che non può lasciare indifferenti, che ha bisogno di misure urgenti, ma anche di una forte presa di coscienza». Lo afferma il consigliere regionale Ernesto Alecci, che aggiunge: «Per questo motivo è importante che alla manifestazione di oggi abbiano partecipato tutti, cittadini, commercianti, istituzioni, associazioni. Solo attraverso una presa di posizione comune e netta contro qualunque tipo di atto criminale o sopraffazione le nuove generazioni potranno comprendere il valore di una vita libera, senza condizionamenti di sorta nel fare impresa, nella gestione della cosa pubblica, nel partecipare attivamente alla crescita e allo sviluppo di questo territorio. Manifestazioni come quella di oggi hanno il merito di non far passare questi eventi criminali come normali, perché l’assuefazione a questo tipo di mentalità mafiosa, sarebbe l’errore più grande da poter commettere».

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato  

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x