Ultimo aggiornamento alle 23:44
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

terremoto giudiziario in liguria

Aldo Spinelli, la rete di relazioni tra “utilità” e regali di lusso: la suite a Montecarlo e i trattamenti estetici

Le tre passioni dell’imprenditore calabrese: calcio, politica e affari. E quelle “accortezze” per Signorini che secondo i pm erano do ut des

Pubblicato il: 07/05/2024 – 13:06
Aldo Spinelli, la rete di relazioni tra “utilità” e regali di lusso: la suite a Montecarlo e i trattamenti estetici

Passare in quarant’anni dall’altare del calcio internazionale alla polvere dell’ultimo scandalo politico-giudiziario. E’ implacabile Wikipedia nell’aggiornare in tempo reale il profilo di Aldo Spinelli, l’imprenditore portuale di origine calabrese con il pallino del calcio: «Il 7 maggio 2024 viene posto agli arresti domiciliari (qui la notizia) con l’accusa di corruzione per aver finanziato le fondazioni politiche che hanno sostenuto negli anni il Governatore della Liguria Giovanni Toti in cambio del rinnovo di concessioni portuali e altri presunti favori e per aver corrotto l’ex presidente dell’autorità portuale Paolo Emilio Signorini; il figlio Roberto, destinatario della misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare l’attività, è accusato di corruzione nei confronti di Toti».
Nato a Palmi nel 1940, Spinelli nel 1985 ha rilevato il Genoa in serie B e per 13 stagioni ha guidato la società ligure, con parentesi in Serie A (6 anni) e diversi successi anche in Europa: i Grifoni arrivano in semifinale nell’allora Coppa Uefa entrando nella leggenda cittadina per aver vinto le gare di andata e ritorno con il Liverpool (il Genoa è la prima squadra italiana ad espugnare l’Anfield) e una Coppa anglo-italiana.
Traporti e logistica, calcio ma anche politica nei radar di Spinelli: dopo aver lasciato la presidenza della società genoana (nel 1997) per un lustro è consigliere comunale a Genova in una lista a trazione repubblicana-socialista. Nel frattempo tornerà al calcio con la presidenza del Livorno (1999/2020, anche qui tra alti e bassi): porta il Livorno dalla Serie C1 fino alla Serie A conquistata nel 2004, con lui gli Amaranto disputano quattro campionati consecutivi con una partecipazione in Coppa Uefa nella stagione 2006-2007 arrivando fino ai sedicesimi di finale. E dopo un anno in Serie B, nel giugno 2009 il patron riporta il Livorno di nuovo in serie A.
Una saga a puntate su fb racconta la dinastia imprenditoriale degli Spinelli, radici in Calabria ma frutti in Liguria. Una saga che probabilmente non sarà aggiornata con l’ultimo capitolo.

La rete di relazioni tra “utilità” e regali di lusso

Nel terremoto politico-giudiziario esploso stamani in Liguria, a Paolo Emilio Signorini, in qualità di Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, viene contestato di avere accettato proprio da Aldo Spinelli utilità ed altre promesse di utilità a fronte dell’impegno di accelerare la calendarizzazione della pratica in Comitato di Gestione (da lui presieduto) di rinnovo della concessione del Terminal Rinfuse alla Terminal Rinfuse Genova S.r.l. (controllata al 55% dalla Spinelli S.r.l.) e per aver rinnovato la suddetta concessione per trent’anni, – di favorire Aldo Spinelli nella concessione di ulteriori spazi portuali nei rimanenti tre anni del suo mandato presso l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, e in particolare nella concessione delle aree Enel (ex Carbonile) e nella pratica del “tombamento” di Calata Concenter, – di consentire ad Aldo Spinelli un’occupazione abusiva dell’area dell’ex Carbonile lato levante Nord e Sud in assenza di un titolo legittimante.
Signorini secondo i pm per questi favori avrebbe ricevuto  da Aldo Spinelli di 15.000 euro in contanti. Spinelli gli avrebbe procurato fra l’altro nel periodo compreso dal 31.12.21 al 12.3.23, 22 soggiorni di lusso a Montecarlo presso l’Hotel de Paris, per un totale di 42 notti, comprendenti anche giocate al casinò e servizi extra quali servizi in camera, massaggi e trattamenti estetici, un posto tenda nella spiaggia della struttura alberghiera durante il periodo estivo e la partecipazione ad eventi esclusivi, quali la finale del torneo internazionale di tennis “Rolex Monte Carlo Masters” o serate a tema con annesso spettacolo musicale, riservate ai clienti più importanti del Casinò di Monte Carlo per un valore complessivo superiore a 42.000 euro, nonché fiches per effettuare puntate alla Casa da Gioco di Montecarlo, una borsa Chanel (regalo destinato a terzi) in data 31.12.2021 un bracciale in oro marca Cartier del valore di 7.200 euro (regalo destinato a terzi) in data 30.7.2022,
Ancora, Spinelli avrebbe offerto a Signorini in data 28.1.2022 un incarico con retribuzione pari a 300.000 euro all’anno una volta terminato il mandato quale presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, – nonché il 16.12.2022  la possibilità di disporre, durante un programmato viaggio a Las Vegas, di un’elevata quantità di denaro, attingendo dalle disponibilità delle carte di credito di Aldo Spinelli. A Paolo Emilio Signorini viene contestato anche di aver ricevuto da Mauro Vianello (titolare del 54,19% delle quote dell’impresa Santa Barbara S.r.l., attiva nel settore degli affari concernenti i trasporti e le comunicazioni e specializzata nei servizi di Prevenzione, Vigilanza e Primo Intervento Antincendio nell’ambito del porto di Genova), a fronte di un provvedimento che disponeva l’aumento della tariffa oraria per le prestazioni del servizio integrativo della Società Santa Barbara S.r.l., – la disponibilità di un’autovettura di proprietà di Vianello per raggiungere e rientrare da Montecarlo nelle date rispettivamente del 15 e del 18 aprile 2022, – il pagamento della fattura datata 27/06/2022 dell’importo di € 6.600,00 emessa a favore di Paolo Emilio Signorini dall’impresa incaricata dell’organizzazione del banchetto nuziale della figlia di Signorini, – un Apple watch del valore di 439 euro (regalo destinato a terze persone – acquisto effettuato in data prossima al 1.8.2022), – un soggiorno nell’appartamento di proprietà di Vianello dal 3.8.2022 al 10.8.2022, messo a disposizione dall’imprenditore alla moglie e alla figlia di Paolo Emilio Signorini.

(Foto Gabriele Maltinti/Getty Images via PianetaGenoa1893.net)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x