Ultimo aggiornamento alle 19:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il caso

Truffa online a Trieste, gli atti passano alla procura di Catanzaro

Accolta la questione sulla competenza territoriale sollevata dall’avvocato Andrea Caruso. Al centro una finta vendita di un trattore

Pubblicato il: 11/05/2024 – 17:40
Truffa online a Trieste, gli atti passano alla procura di Catanzaro

CATANZARO Il tribunale di Trieste, ha accolto la questione sulla competenza per territorio sollevata dall’avvocato Andrea Caruso, e il giudice si è pronunciato disponendo la trasmissione degli atti alla procura di Catanzaro. M.P., imputato in concorso con un’altra persona ancora ignota con «artifizi e raggiri» avrebbe indotto in errore A.N., «procurandosi un ingiusto profitto derivante dalla vendita di un trattore attraverso il sito “subito.it”, il tutto con bonifici bancari accreditati sulla Postepay intestata a P.M.». Secondo la tesi esposta dall’avvocato Caruso, nei casi di “truffa online”, secondo una recente pronuncia della Corte di Cassazione, quando il pagamento è effettuato attraverso bonifico bancario il reato si consuma nel momento e nel luogo della riscossione della somma da parte del titolare del conto corrente. Nel caso di specie la ricarica della Postepay intestata a P.M. non è avvenuta tramite ricarica effettuata dalla persona offesa nei medesimi uffici postali o tramite ricevitorie, ma attraverso bonifici bancari effettuati a Trieste. Il reato, dunque, si è consumato a Catanzaro. (f.b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x