Ultimo aggiornamento alle 14:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Caruso contro Meloni: «Attacco alla Cei fa vergognare gli italiani»

Il sindaco di Cosenza: «Impegno del Comune con la Conferenza episcopale contro premierato e autonomia differenziata»

Pubblicato il: 02/06/2024 – 12:05
Caruso contro Meloni: «Attacco alla Cei fa vergognare gli italiani»

COSENZA «Uno sgarbo istituzionale dietro l’altro, cadute di stile senza precedenti che fanno vergognare gli italiani dinanzi all’Europa ed al Mondo». Così Franz Caruso, sindaco di Cosenza rispetto all’attacco (che definisce «pianificato e, proprio per questo, da stigmatizzare con maggiore forza»), alla Conferenza Episcopale Italiana da parte del presidente del Consiglio, Giorgia Meloni.
«La presidente Meloni, in versione elettorale nella ricerca di voti per le prossime Europee – prosegue Franz Caruso – sta dando il peggio di sé, al pari del suo vicepresidente e Ministro, Matteo Salvini, che in Calabria nei giorni scorsi per il suo tour propagandistico, si è preso anche lui il lusso di offendere i Vescovi  calabresi “rei” di aver espresso un parere negativo alla sciagurata Riforma dell’Autonomia Differenziata che spaccherà il Paese tarpandone le ali dello sviluppo. Ma questo al Governo di centro destra non interessa. La priorità di Meloni, Salvini e Tajani è solo il rispetto dell’accordo elettorale che consegna alla Lega l’autonomia differenziata, a Fratelli D’Italia il premierato ed a Forza Italia la riforma sulla Giustizia, a discapito degli italiani, delle loro esigenze e dei loro bisogni. A tal fine non hanno e non si fanno scrupoli e vanno a gamba tesa, con arroganza e supponenza, contro quanti pongono ostacoli sul loro cammino volto a porre in essere un’azione oscurantista, integralista, anticostituzionale e, quindi, illiberale e antidemocratica. E’ questo il sale del Premierato che vuole Giorgia Meloni per tentare di diventare, lei pensa, leader indiscusso ed incontrastabile dell’Italia. Ecco perché, oltre ad esprimere vicinanza e solidarietà ai vescovi calabresi ed italiani, ringrazio la Cei che, attraverso gli interventi e le riflessioni divulgate negli ultimi tempi, si pone a difesa dell’unità nazionale, della democrazia e della libertà. Io sono con loro, accanto a loro, insieme a tutte le forze sane del Paese per una battaglia comune indirizzata ad arginare un pericoloso e inaccettabile ritorno al passato».

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x