Ultimo aggiornamento alle 15:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il caso

La villa confiscata alla ‘ndrangheta avrà finalmente un gestore

A Cuorgnè, in Piemonte, “Villa Iaria” – confiscata al boss – sarà affidata alla “Mastropietro Onlus” dopo ben quattro bandi deserti

Pubblicato il: 13/06/2024 – 14:57
La villa confiscata alla ‘ndrangheta avrà finalmente un gestore

Dopo ben quattro bandi andati deserti, arriva la tanto attesa svolta per la gestione di “Villa Iaria”, lo stabile confiscato alla ‘ndrangheta a Cuorgnè. Se ne occuperà l’associazione “Mastropietro Onlus” che ha ottenuto l’assegnazione provvisoria della villa, destinata a diventare un centro dedicato all’assistenza e all’integrazione di persone con disabilità medio-lieve o con disturbi psichiatrici.
Ciò che finora ha rappresentato un ostacolo è stato il costo. Già perché sebbene l’assegnazione del bene confiscato al boss mafioso calabrese trapiantato nel Canavese avvenga a titolo gratuito, per poter usufruire dell’immobile sono necessari diversi lavori di ristrutturazione quantificati in almeno 100mila euro e, di questi, poco meno di 50.000 euro sono stati messi a disposizioni dalla Regione Piemonte, mentre l’altra metà è a carico degli assegnatari. Con la sottoscrizione della convenzione, dunque, sarà il Comune di Cuorgnè a versare al vincitore della gara un acconto di 25mila euro, circa la metà dei fondi stanziati dalla Regione. Il resto del contributo regionale verrà liquidato dopo la rendicontazione.
«Come amministrazione siamo molto contenti di questo risultato e di questa assegnazione che, per ora provvisoria in attesa della verifica dei requisiti, possa trasformarsi a breve in definitiva e dare vita a questo bellissimo progetto, necessario per il nostro territorio – ha detto la sindaca Giovanna Cresto alla TGR Piemonte – Come amministrazione siamo soddisfatti perché, nonostante le numerose difficoltà, abbiamo perseverato nella direzione di restituire alla comunità un bene confiscato, simbolo della lotta alla criminalità».

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato  

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x