Ultimo aggiornamento alle 17:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

Il ministro Palma in visita a Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA Il ministro della Giustizia, Nitto Francesco Palma, è arrivato questa mattina a Reggio Calabria. Per prima cosa Palma ha visitato il carcere assieme al capo del Dipartimento dell`am…

Pubblicato il: 26/09/2011 – 11:47
Il ministro Palma in visita a Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA Il ministro della Giustizia, Nitto Francesco Palma, è arrivato questa mattina a Reggio Calabria. Per prima cosa Palma ha visitato il carcere assieme al capo del Dipartimento dell`amministrazione penitenziaria, Franco Ionta, e al prefetto, Luigi Varratta. A conclusione della visita nel carcere, Palma si è trasferito in Corte d`Appello per incontrare i capi degli uffici giudiziari. A quest`ultimo appuntamento è stato accompagnato dal capo del Dipartimento dell`organizzazione giudiziaria, Luigi Birritteri. Alla riunione con il ministro hanno partecipato il presidente della Corte d`Appello, Luigi Gueli; il procuratore generale, Salvatore Di Landro, e il procuratore della Repubblica, Giuseppe Pignatone. «Non bisogna fare “dietrologie” per la mia visita di stamattina negli uffici giudiziari di Reggio Calabria – ha aggiunto Palma –. Prima di venire qui sono stato alla Procura della Repubblica di Roma dove ho lavorato fino al 1993. Per una questione logistica non sono ancora potuto andare alla Procura nazionale antimafia. Era logico che il successivo passaggio fosse quello del distretto giudiziario di Reggio Calabria, dove ho lavorato come applicato della Dna. E poi perché non posso dimenticare che la Calabria è la mia terra d`elezione».
NEL 2012 IL NUOVO CARCERE DI ARGHILLA` «Le condizioni di vita nel carcere di Reggio Calabria sono buone grazie all`impegno del direttore, degli altri operatori e degli agenti di polizia penitenziaria». Lo ha detto il ministro Palma, a conclusione della visita che ha effettuato stamattina nel penitenziario reggino. Palma ha incontrato i detenuti, che erano nel cortile del carcere per l`ora d`aria, e ha anche visitato alcune celle della casa circondariale dove ha incontrato altri reclusi. I detenuti del carcere hanno salutato con un applauso il ministro della Giustizia. Palma si è intrattenuto a colloquio con i detenuti, che gli hanno illustrato la loro situazione. Il ministro ha visitato sia la sezione maschile che quella femminile del carcere e ha raccolto una serie di elementi che illustrerà domani, secondo quanto ha riferito lo stesso Palma ai giornalisti, nella sua replica al Senato sulla situazione delle carceri. «Da parte di tutti i detenuti – ha detto il ministro – è giunto un sentito plauso all`azione del personale del carcere. I detenuti hanno chiaramente detto che grazie alla fattiva opera di tutti quelli che vi lavorano, le condizioni di vita nel carcere di Reggio sono migliori rispetto a quello che sarebbe stato in presenza di un personale meno attento. E questo credo sia un fatto positivo. Una situazione della quale riferirò domani in Senato quando parlerò in replica nel dibattito sulla situazione generale delle carceri del Paese». Il guardasigilli ha annunciato la possibilità di «utilizzare il secondo carcere di Reggio Calabria, nel quartiere Arghillà, entro la fine del 2012». Secondo Palma, il carcere di Arghillà, in costruzione da anni e mai entrato in funzione, «è un monumento all`inefficienza del passato. L`ho già detto alla Camera dei deputati e lo ribadisco oggi. Sono stati spesi oltre 90 milioni di euro per un carcere che richiede ancora interventi di tipo straordinario. Ho già chiesto al commissario straordinario di provvedere rapidamente al recupero della struttura. È necessario un impegno di spesa, a tale scopo, di quasi 14 milioni di euro che sono stati stornati dal Piano carceri proprio per rendere utilizzabile almeno una parte del carcere di Arghillà. Il commissario delegato Ionta mi ha riferito che entro tre mesi sarà pronto il progetto definitivo e si pensa dunque di potere utilizzare il carcere entro la fine del 2012». «La seconda parte del carcere – ha concluso il ministro – verrà costruita dopo ma per il momento cerchiamo di rendere utilizzabile almeno una prima parte della struttura, anche perché è utile per ridurre il sovraffollamento carcerario».
«VELENI A REGGIO? NESSUNO PROVI A COINVOLGERMI» «Nessuno, a partire dall`onorevole Napoli, provi a volermi coinvolgere nelle vicende che riguardano i magistrati di Reggio Calabria facendo riferimento alle mie esperienze professionali come magistrato». Lo ha detto il ministro della Giustizia, incontrando i giornalisti a conclusione dell`incontro con i capi degli uffici giudiziari e facendo riferimento a quanto dichiarato ieri, in un`intervista, dalla deputata di Futuro e Libertà Angela Napoli che aveva parlato di difficoltà da parte del ministro a intervenire per risolvere i contrasti tra i magistrati reggini. «Il fatto che io abbia svolto la mia attività professionale insieme ad Alberto Cisterna e abbia anche collaborato col procuratore di Reggio Pignatone in processi di mafia – ha aggiunto il ministro – è un dato di cronaca che vale per quello che vale, e nulla più».
E sulla vicenda che riguarda i magistrati reggini Nitto Palma ha precisato: «Il ministro della Giustizia guarda con attenzione a quello che sta accadendo a Reggio Calabria e cioé, sostanzialmente, un procedimento delicato che si sta sviluppando e ne attende l`esito».
Il guardasigilli ha fatto così riferimento all`inchiesta della Dda di Reggio Calabria in cui è indagato per corruzione in atti giudiziari il procuratore nazionale antimafia aggiunto Alberto Cisterna. «Non sono pervenuti al ministero della Giustizia – ha aggiunto Palma – note, richieste, elementi che abbiano consentito, prima del mio arrivo a Reggio Calabria, interventi da parte del ministro, che rispetta la giurisdizione e ne attende con tranquillità l`esito. E questo è quello che dovremmo fare tutti».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x