Ultimo aggiornamento alle 20:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Un anno intero con il cinema d`autore

Parte domani a Crotone la nuova programmazione del Cinema d’autore che da oltre un ventennio arricchisce l’offerta culturale della città e del suo territorio provinciale. Il Cinalci, voluto e colti…

Pubblicato il: 09/11/2011 – 16:29
Un anno intero con il cinema d`autore

Parte domani a Crotone la nuova programmazione del Cinema d’autore che da oltre un ventennio arricchisce l’offerta culturale della città e del suo territorio provinciale. Il Cinalci, voluto e coltivato con spirito di abnegazione dal suo presidente, Tonio Laino, avvia i lavori quest’anno con la pellicola “Le donne del sesto piano” una gradevole e divertente commedia made in France del regista Philippe Le Guay che affronta l’importante ed ancora attuale tematica mondiale delle differenze sociali, nello specifico del violento regime di Franco. Prosegue poi, ogni giovedì alle 17, alle 19 ed alle 21, con “Il ragazzo con la bicicletta” di Jeanne Pierre e Luc Dardenne in concorso al Festival di Cannes, con “Il Grinta” degli eclettici fratelli Coen. Un film che farà discutere soprattutto per il mancato riconoscimento agli Oscar, nonostante le sue 10 nomination. “Sono nato in un momento sbagliato per la Spagna ma giusto per il cinema” ha dichiarato più volte il regista Pedro Almodovar che sarà presente con il suo film “La pelle che abito”, trattando altro argomento di estrema attualità: i limiti etici della transgenesi e non solo. E poi ancora “Terraferma” del regista italiano Emanuele Crialese con lo struggente Beppe Fiorello che tocca il doloroso tasto dell’immigrazione e dell’integrazione tra i popoli. Una poesia che commuove e diverte, un pò come la vita stessa. Poco prima di Natale sarà il turno di “This is England” di Shane Meadows che torna (presentato nel 2006 n.d.r.) con prorompente modernità a raccontare una generazione in lotta sociale, che rifiuta di essere triturata da logiche di un potere becero seppure superiore. Gli altri titoli, tutti interessanti, sono “The tree of life”, “Cirkus Columbia”, “Angèle e Tony”, “Faust”, “Corpo celeste”, “The dangerous Method”, “Carnage” e poi “I Compagni” dell’amatissimo Mario Monicelli, faro dell’arte italiana che in questa pellicola restituisce una commossa rievocazione del socialismo torinese agli inizi del secolo scorso. Si prosegue con un altro regista italiano, il giovane e profondo napoletano, Paolo Sorrentino che si è cimentato nella splendida guida di una vera star come Sean Penn in “This must be the place”. E sarà nuovamente Italia con “Scialla” di Francesco Bruni che usa, nel titolo, il gergo degli adolescenti di Roma nell’accezione di “lascia stare” o “Stai calmo” che ha meritato il premio della sezione controcampo italiano alla Mostra d’arte cinematografica di Venezia 2011. In primavera sarà il turno di “Shame”, “Le Havre” e di “Midnight in Paris” di Woody Allen che torna a ragionare su nostalgia ed illusione e lo fa con quel piglio che lo ha reso immortale. E questo nonostante il suo dictat “preferisco non diventare immortale con le mie opere, ma vivendo per sempre. Non interessandomi vivere nel cuore degli americani, preferisco vivere nel mio appartamento”. Succederà alla pellicola di Allen “Le nevi del Kilimangiaro”, “Il villaggio di cartone” e chiuderà Gianni Amelio con “Il primo uomo” che è il paradigma di ognuno di noi e della ricerca nel passato di quello che siamo diventati nel presente. Un viaggio a ritroso molto spesso doloroso, seppure necessario. Una rassegna straordinaria, dunque, che può riassumersi nelle parole di Laino “sono convinto che sia il cinema, quella pellicola nera che si illumina d’improvviso, a racchiudere tutti i nostri sogni, la nostra vera essenza, le nostre speranze”. La speranza di una città che si vede negata molte opportunità culturali e che riesce però, con le unghie e con i denti, a rintracciare comunque e sempre, uno sprone straordinario.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb