Ultimo aggiornamento alle 9:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

Estate calabrese al gusto del Peperoncino Jazz Festival

Anche quest’anno l’estate calabrese si sta caratterizzando nel segno del Peperoncino Jazz Festival circuito regionale Calabria jazz. L`evento diretto artisticamente da Sergio Gimigliano, è nato dal…

Pubblicato il: 18/07/2012 – 11:48
Estate calabrese al gusto del Peperoncino Jazz Festival

Anche quest’anno l’estate calabrese si sta caratterizzando nel segno del Peperoncino Jazz Festival circuito regionale Calabria jazz. L`evento diretto artisticamente da Sergio Gimigliano, è nato dalla rimodulazione, secondo i requisiti richiesti dall’avviso pubblico per la selezione e il finanziamento di “nuovi eventi culturali innovativi” inserito nel Por Calabria Fesr 2007/2013, del “Peperoncino Jazz Festival”, rassegna itinerante con dieci edizioni continuative alle spalle, vincitrice, lo scorso anno, del prestigioso Jazzit Award come “Miglior Festival Jazz d’Italia” (unico evento calabrese annoverato nella classifica del referendum indetto dalla rivista specializzata nazionale Jazzit) e degli esclusivi premi “Best Catalogue Award” e “Best Territory Improvement Award” assegnati a Bologna nel corso del congresso nazionale degli operatori del settore culturale (Festival of Festivals).
Girata brillantemente la boa dei “primi dieci anni”, dunque, il festival musicale più piccante d’Italia – rassegna musicale itinerante nelle più belle località calabresi organizzata dall’associazione culturale Pìcanto con il contributo dell’assessorato alla Cultura della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, degli enti Parco nazionale del Pollino e Parco nazionale della Sila, numerose amministrazioni comunali, C.C.I.A.A. e Confindustria Cosenza, Agis e Anec Calabria e con l’Alto patrocinio dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America, dell’Ambasciata del Brasile e della Reale Ambasciata di Norvegia – caratterizzerà praticamente tutta l’estate calabrese, svolgendosi lungo un arco temporale di tre mesi (ha preso il via lo scorso primo luglio e andrà avanti fino al 10 settembre prossimo), nel corso dei quali coinvolgerà nel suo circuito turistico-culturale ben 26 località, con tappe in tutte e 5 le province e con il coinvolgimento del territorio dei 3 Parchi nazionali della regione. Il festival, che, disegnando itinerari musicali, enogastronomici e culturali sempre più ricchi e affascinanti, negli anni ha saputo conquistarsi il ruolo di “Festival Jazz Internazionale della Calabria”, torna, dunque, con una 11esima edizione all’insegna del grande jazz internazionale, che senza dubbio lo consacrerà come uno dei più importanti eventi culturali e turistici calabresi. Oltre 70 gli eventi in cartellone (come sempre in gran parte gratuiti – o, comunque, con biglietto di ingresso a prezzi super popolari – e tutti organizzati in beni culturali o in caratteristici borghi e centri storici calabresi), con ospiti di prima grandezza, tra i quali figurano praticamente tutti i migliori jazzisti italiani (da Enrico Rava a Stefano Bollani, da Danilo Rea a Roberto Gatto, dal duo Petrella-Guidi a Francesco Bearzatti passando per Walter Ricci e Daniele Scannapieco, Gegè Telesforo, Luca Aquino e Pietro Condorelli) e stelle del panorama jazzistico internazionale (tra i tanti, segnaliamo la partecipazione di Brad Mehldau, John Patitucci, Bill Frisell, Uri Caine, Joshua Redman, Kurt Elling, Maria Joao, Alvin Queen, Eddie Gomez, Sarah Jane Morris, Trygve Seim, Nick The Nightfly, Trio da Paz, Rosalia De Souza, Irio e Robertinho De Paula). Si rinnovano anche quest’anno la tradizionale collaborazione con l`etichetta discografica Picanto Records, con la presentazione, in anteprima nazionale, degli ultimi cd prodotti dalla label calabrese (primo fra tutti “Soulside”, a firma del chitarrista Roy Panebianco) e la valorizzazione e promozione dei migliori musicisti calabresi. Il PJF circuito regionale Calabria Jazz si conferma, inoltre, ancora una volta, come un festival internazionale che guarda fuori dai propri confini geografici, come dimostrano i gemellaggi musicali e culturali in itinere con importanti Paesi esteri: oltre a rinnovarsi, per il terzo anno consecutivo il gemellaggio con la Norvegia (che, realizzato in collaborazione con il Parco nazionale della Sila e con l’Alto patrocinio della reale Ambasciata di Norvegia, si concretizzerà non solo nella visita dell’ambasciatore, ma anche in un gemellaggio territoriale tra la Sila e il più grande parco norvegese), quest’anno la manifestazione è patrocinata anche dall’Ambasciata del Brasile (con i concerti ospitati nel Parco nazionale del Pollino) e da quella degli Stati Uniti d’America. «Dopo la cinque giorni di Cosenza, che ha visto la presenza del console americano Donald Moore – è scritto in una nota –, ci accingiamo a vivere un’altra intensa settimana di eventi all’insegna del miglior jazz statunitense a Castrovillari. In questa 11esima edizione, inoltre, numerosi più che mai saranno gli eventi correlati abbinati ai concerti: oltre alle degustazioni dei migliori vini calabresi a cura dei sommelier dell’Ais Calabria (si potranno degustare, per la provincia di Reggio Calabria: la casa vinicola Malaspina e l’associazione Megale Hellas dei produttori del Greco di Bianco; per il Lametino: l’azienda Statti, per la zona di Cirò Ceraudo, Ippolito, La Pizzuta del Principe, Librandi, Senatore e Tenuta Iuzzolini; per la D.O.C. Terre di Cosenza: Antiche Vigne, Chimento, Colacino, Donnici 99, Tenute Ferrocinto-Sponsor della settimana di concerti in programma a Castrovillari-Gialdino, Giraldi & Giraldi, Piana di Sibari, Serracavallo, Terre del Gufo e Verbicaro Viti e Vini, per un totale di 20 aziende rappresentative della vitivinicoltura calabrese), alla mostra fotografica itinerante a cura di Antonio Armentano e Francesco Cisario e ai concerti Round Midnight nei migliori Jazz Club del territorio, segnaliamo la fondazione di una fonoteca/biblioteca civica, un corso di giornalismo musicale a cura del direttore della rivista specializzata Jazzit, Luciano Vanni, i workshop tenuti da John Patitucci, Chris Potter e Adam Cruz, e, in chiusura di festival, la prima edizione del concorso “Picanto International Jazz Contest”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb