Ultimo aggiornamento alle 13:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Madre Eufrasia unisce la Calabria e Papa Francesco

CASTELSILANO (KR) C`è un pezzo di Calabria nel cuore di Papa Francesco. A unire Argentina e Italia è una bella storia di impegno per l`altro, quella di madre Eufrasia Iaconis, fondatrice delle Figl…

Pubblicato il: 26/03/2013 – 16:35
Madre Eufrasia unisce la Calabria e Papa Francesco

CASTELSILANO (KR) C`è un pezzo di Calabria nel cuore di Papa Francesco. A unire Argentina e Italia è una bella storia di impegno per l`altro, quella di madre Eufrasia Iaconis, fondatrice delle Figlie dell`Immacolata Concezione di Buenos Aires. Una vita al servizio di Dio e dei poveri, portando in bisaccia l`umiltà e la saggezza della gente di Calabria. Madre Eufrasia nasce il 18 novembre 1867 a Casino, attuale Castelsilano, paesino in provincia di Crotone. A 26 anni va in Argentina, dove il 24 settembre 1904, a Buenos Aires, fonda la nuova famiglia religiosa, con la finalità di dedicarsi all`educazione dell`infanzia e della gioventù e all`assistenza agli infermi. Jorge Mario Bergoglio, l`arcivescovo di Buenos Aires diventato Papa, conosce questa storia. Ha iniziato e concluso nel 2001 il processo di canonizzazione di Madre Eufrasia nella prima fase, quella diocesana, nella capitale argentina.
Il documento è del 2 agosto 2012. E ha dato mandato alle Figlie dell`Immacolata Concezione, le “nostre suore”, come le chiamano a Castelsilano, di consegnare i documenti raccolti alla Congregazione per le Cause dei Santi, in Vaticano. Don Francesco De Simone, dal 2004 parroco del paesino calabrese, ha ricevuto in queste ore due foto che provano il legame di Papa Francesco con madre Eufrasia e Castelsilano. Uno scatto mostra infatti il cardinale gesuita con suor Nora Antonelli, madre generale della Congregazione, e sullo sfondo il quadro di madre Eufrasia. In un altra foto si vede invece il futuro Papa mentre parla di madre Eufrasia in un incontro dedicato alla suora per la conclusione della causa di canonizzazione, primo passo per arrivare alla gloria degli altari.
Dal 25 ottobre 2012 le scatole con i documenti che attestano le virtù eroiche di Madre Eufrasia sono alla Congregazione delle Cause dei Santi. «È una mole enorme di documenti, oltre 50 kg di materiale, testimonianze che riguardano la vita e l`opera di Madre Eufrasia – spiega all`Adnkronos don Francesco – visto che il Papa conosce bene la figura e l`opera di madre Eufrasia, molto amata e venerata in Argentina, sarebbe un sogno poterlo invitare a Castelsilano per fargli conoscere il luogo dove è nata questa testimone del Vangelo. I miei fedeli, visto il legame che ci unisce ancor di più al Papa, ci sperano. Affidiamo questa possibilità alla volontà di Dio, che conosce sempre i cuori».
L`istituto Immacolata Concezione di Buenos Aires fu fatto costruire nel 1913 per volontà di madre Eufrasia, come sede del noviziato e oratorio per bambine. Della terra forte della Sila che ha conosciuto l`emigrazione e il dolore, Madre Eufrasia porta nel cuore il grano della speranza e la verità dell`incontro con il Vangelo.
«Animo e avanti. Lavoriamo», ripeteva alle consorelle la Serva di Dio, convinta che Maria Immacolata avrebbe accompagnato sempre il suo apostolato. Una vocazione sbocciata all`ombra del castello di pietra di Casino che l`avrebbe portata a cercare la verità di Dio in Sudamerica. Un apostolato di carità che durerà fino al 1916. Il 2 agosto, a soli 49 anni, madre Eufrasia muore per un cancro. (0020)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x