Ultimo aggiornamento alle 17:36
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

«No alle minacce di Pugliano»

COSENZA “Le dichiarazioni dell`assessore all`Ambiente Francesco Pugliano in risposta al sindaco di Cosenza Mario Occhiuto sono la riprova che l`amministrazione regionale non solo risulta essere co…

Pubblicato il: 12/01/2014 – 19:53
«No alle minacce di Pugliano»

COSENZA “Le dichiarazioni dell`assessore all`Ambiente Francesco Pugliano in risposta al sindaco di Cosenza Mario Occhiuto sono la riprova che l`amministrazione regionale non solo risulta essere completamente incapace di gestire la cosa pubblica, ma palesa ignoranza, arroganza e disprezzo per chi non si piega“.
Lo affermano, in una nota, i parlamentari del Movimento 5 Stelle Francesco Molinari e Sebastiano Barbanti. “La denuncia fatta da Occhiuto dopo le ultime disposizioni regionali in merito all`ennesimo blocco del conferimento dei rifiuti nella discarica di Pianopoli – proseguono – appare, per quanto ci riguarda, legittima e sensata. Il primo cittadino di Cosenza parla di `gestione fallimentare` e di `scelte scellerate` da parte delle Regione, concetti a noi noti visto che il Movimento 5 stelle ha più volte bocciato le direttive proposte dalla Regione che invece di risolvere i problemi, ne crea di nuovi vantando la propria incompetenza e facendo passare i disagi come soluzioni. Tante sono le critiche che abbiamo rivolto al sindaco Occhiuto, da piazza Bilotti che proprio in questi giorni è all`onore delle cronache, al Piano dei trasporti pubblici che dopo la buona idea della circolare veloce non ha visto inserire una sola proposta che fosse sinergica con tale scelta. E dire che di idee progettuali in merito ne avevamo fatte. Comunque un sindaco che cambia la scelta che era prevista nel suo programma con una consigliata dal M5S denota almeno una propensione all`ascolto delle proposte dei cittadini, cosa che invece manca assolutamente ai rappresentanti regionali ma, non contenta, prova a zittire a suon di minacce anche chi si oppone al loro sistema sordo e ignorante“.
“La città di Cosenza – concludono Molinari e Barbanti – nei prossimi giorni si ritroverà nuovamente invasa da cumuli di rifiuti proprio a causa delle ultime disposizioni regionali. Dall`assessorato all`Ambiente è partita una chiara minaccia ad Occhiuto: se non sta zitto altro che 40% di differenziata, si ritroverà la gente sotto Palazzo dei Bruzi a reclamare la sua testa. E` finito il tempo di giocare e di prendere in giro i calabresi. La minaccia la rimandiamo al mittente: non permetteremo a questo improvvisato assessore all`Ambiente, al servizio di Scopelliti, di avvelenare Bisignano come hanno fatto con Crotone. Vi manderemo a casa, costi quello che costi, lo faranno i cittadini consapevoli con la forza della conoscenza“. (0020)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x