Ultimo aggiornamento alle 9:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

EUROPEE | Il Pd mette le ali anche in Calabria

LAMEZIA TERME Trionfa il Pd di Matteo Renzi anche in Calabria nonostante la bassissima affluenza alle urne (45,76% contro il 55,9% di cinque anni fa). I democrat si attestano in que…

Pubblicato il: 28/05/2014 – 22:00
EUROPEE | Il Pd mette le ali anche in Calabria

LAMEZIA TERME Trionfa il Pd di Matteo Renzi anche in Calabria nonostante la bassissima affluenza alle urne (45,76% contro il 55,9% di cinque anni fa). I democrat si attestano in questa regione al 35,8% (in crescita di 10 punti percentuali rispetto al risultato delle europee del 2009). Quello del Pd calabrese è dato positivo sì, inferiore alla media nazionale ma tuttavia superiore rispetto a quello conseguito dai democrat nelle altre regioni della circoscrizione meridionale. Molto più indietro il Movimento 5 Stelle, che si ferma al 21,5% e comunque in calo rispetto al dato delle politiche dello scorso anno. Il boom pronosticato da più parti alla fine non c’è stato. I toni duri della campagna elettorale di Beppe Grillo non hanno fatto breccia nemmeno a queste latitudini. Colpa della spinta propulsiva del premier ma anche del buon risultato conseguito dai partiti della coalizione di centrodestra. Forza Italia conquista in Calabria il 19,6% dei consensi, un dato dignitoso ma non straordinario considerato che la media nella circoscrizione è del 22,2%. Nel 2009 il Pdl – frutto della fusione tra Fi e An – arrivò a conquistare il voto del 34,8% dei calabresi. 
Va meglio il Nuovo centrodestra-Udc, che in questa regione candidava l’ex governatore Peppe Scopelliti. Il dato complessivo parla di un 11,4% dei voti conquistati, molto sopra la media del 6,5% complessivo conquistato nel resto del Mezzogiorno. Supera la soglia di sbarramento fissata al 4% la lista della sinistra radicale Tsipras. Perna, Gattuso e soci raggiungono il 4,2% in Calabria su una media circoscrizionale del 4,1%. Male tutti gli altri: da Fratelli d’Italia (al 3,6%, anche se quasi raddoppia i consensi rispetto allo scorso anno) e, soprattutto, a Scelta Europea che quasi sparisce (1,3%). Non arrivano all’1%Italia dei valoriLega Nord e Verdi

I DATI NELLE SINGOLE PROVINCE 

Il Pd fa il pieno di voti a Crotone conquistando il 38,6%. I grillini non vanno oltre il 22,7% mentre Forza Italia si attesta al 18,1%. Non male la lista centrista di Ncd-Udc, che porta a casa il 10,4% mentre si fermano sotto l’asticella del 4% la lista Tsipras (3,2%) e Fratelli d’Italia (3,3%). 
I democrat nella provincia di Reggio Calabria non vanno oltre il 34%. E in fondo c’era da aspettarselo considerato che qui Scopelliti giocava in casa. La sua lista arriva al 14% ed è il migliore risultato su scala calabrese. Ma la vera sorpresa è rappresentata da Forza Italia, che fa pieno con il 22,6% dei consensi. Più indietro il Movimento 5 Stelle con il 17%, un dato di molto inferiore rispetto a quello conseguito alle politiche del 2013. Va bene anche la lista Tsipras con il 5,4% mentre Fratelli d’Italia si ferma 3,1%.
Va ancora peggio per il Pd in provincia di Catanzaro (33,5%) mentre la distanza tra M5S e Forza Italia è davvero minima. I seguaci di Grillo conquistano il 22,2% dei voti mentre quelli di Berlusconi, trascinati dal trio Galati-Tallini-Ferro, arrivano al 20,1%. Più indietro Ncd-Udc al 10,4%, Tsipras (4,4%) e Fdi (4,1).
Vibo Valentia il Pd va meglio (36,1%) rispetto che a Catanzaro e Reggio Calabria ma ottiene un buon risultato pure Forza Italia (23,8%), il cui candidato locale Mimmo Arena porta a casa un risultato ancor più significativo visto che viene registrato nella zona di Nazzareno Salerno e Alfonsino Grillo, fedelissimi scopellitiani (il loro Ncd si ferma al 13,2): i berlusconiani vibonesi pongono la provincia di Vibo – assieme proprio a quella di Reggio – tra le 19 in tutta Italia dove gli azzurri arrivano secondi. Il Movimento 5 Stelle non va oltre il 15,6%. Significativo il dato pure di Fratelli d’Italia, che arriva al 5,4% grazie alla spinta dell’ex senatore Francesco Bevilacqua e del sindaco di Vibo Nicola D’Agostino. Modesto il risultato di Tsipras con il 3,1%.
Cosenza ritorna a essere roccaforte del Pd, che porta a casa il 37,3%. Vanno bene pure i grillini che giocavano in “casa” con Laura Ferrara. Il Movimento guidato dal comico genevose si attesta al 24,7% mentre Forza Italia non va oltre il 16,8% pur potendo contare sull’apporto di Santelli, Morrone, Mancini e Caputo. Ma la vera sorpresa è rappresentata da Ncd-Udc, che va poco oltre il 10%, facendo registrare la percentuale più bassa tra le province calabresi. Si fermano sotto la soglia di sbarramento Tsipras (3,8%) e Fratelli d’Italia (3,3%)

Antonio Ricchio

 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x