Ultimo aggiornamento alle 23:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Truffa all’Inps, denunciati un imprenditore e 31 falsi braccianti

CROTONE Una truffa finalizzata a giustificare l’assunzione fittizia di braccianti agricoli e la conseguente percezione di prestazioni previdenziali ed assistenziali è stata scoperta dai finanzieri …

Pubblicato il: 21/07/2014 – 8:06
Truffa all’Inps, denunciati un imprenditore e 31 falsi braccianti

CROTONE Una truffa finalizzata a giustificare l’assunzione fittizia di braccianti agricoli e la conseguente percezione di prestazioni previdenziali ed assistenziali è stata scoperta dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Crotone. Il danno a carico dell’Inps è stato quantificato in 135mila euro. Il titolare dell’azienda agricola è stato denunciato insieme a 31 falsi braccianti assunti fittiziamente alle sue dipendenze per falso e truffa aggravata.
L’indagine della Guardia di finanza, coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Crotone Vincenzo Carluccio, è iniziata dopo un’ispezione eseguita dai funzionari dell’Inps nei confronti di un’azienda agricola dell’entroterra crotonese che aveva dichiarato, nella propria denuncia aziendale, la disponibilità di terreni situati in un paese della provincia di Cosenza e condotti in locazione.
Per la coltivazione dei terreni, l’impresa agricola aveva denunciato l’assunzione di manodopera agricola per complessive 4.864 giornate lavorative nel periodo compreso tra agosto 2007 e dicembre 2010. Le indagini dei finanzieri, che hanno riguardato in primo luogo la verifica della veridicità dei due contratti di locazione, hanno portato a scoprire la falsità di tali atti. Infatti, i comproprietari non hanno riconosciuto le firme sui contratti, precisando di aver concesso in locazione quegli stessi terreni, prima di effettuarne la vendita, ad un altro imprenditore agricolo, che ha confermato di aver provveduto in proprio alla conduzione dei fondi.
Oltretutto, la falsità degli atti, per la finanza, è comprovata dal fatto che il secondo contratto sarebbe stato sottoscritto in una data in cui uno dei comproprietari del fondo rustico era già deceduto da sei mesi.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x