Ultimo aggiornamento alle 21:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Brescia, truffa e usura: 14 arresti e sequestri per 5 milioni

BRESCIA I Carabinieri e i militari della Guardia di finanza di Brescia stanno eseguendo in Lombardia un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, numerose perquisizioni e sequestri nei confronti …

Pubblicato il: 24/09/2014 – 6:57
Brescia, truffa e usura: 14 arresti e sequestri per 5 milioni

BRESCIA I Carabinieri e i militari della Guardia di finanza di Brescia stanno eseguendo in Lombardia un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, numerose perquisizioni e sequestri nei confronti di persone, per la maggior parte di origine calabrese, ritenute responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati tributari, truffa, usura, estorsione, ricettazione, riciclaggio, reimpiego di denaro di provenienza illecita, trasferimento fraudolento di valori, detenzione e porto abusivo di armi. L’attività, svolta con la direzione della Procura di Brescia, ha permesso di disarticolare un pericoloso gruppo criminale sequestrando in Italia e all’estero denaro, società, beni mobili e immobili per oltre cinque milioni di euro, volti a compensare, tra l’altro, il danno erariale causato. Al termine dell’attività investigativa le forze dell’ordine hanno arrestato 14 persone (8 in carcere e 6 posti agli arresti domiciliari). Si tratta di cittadini italiani residenti prevalentemente nel Bresciano e notoriamente vicino ad ambienti di stampo mafioso, dediti alla gestione di aziende operanti nel settore edile, che, nel periodo preso in considerazione avrebbero consentito agli ‘amministratori di fatto’ di accumulare ingenti disponibilità finanziarie tramite condotte usurarie ed estorsive ai danni di imprenditori lombardi operanti nel settore edile. Il gruppo aveva la disponibilità di numerose armi da fuoco, utilizzate per la riscossione violenta dei crediti maturati nei confronti degli imprenditori usurati, grazie al sistematico ricorso a minacce e vari atti intimidatori come danneggiamenti ed esplosioni notturne di colpi di arma da fuoco all’indirizzo di uffici o esercizi pubblici. Nel corso delle indagini sono stati posti sotto sequestro beni per 5 milioni di Euro.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x