Ultimo aggiornamento alle 11:41
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Decreto Reggio, Battaglia chiede la restituzione di 5 milioni

REGGIO CALABRIA «Visto che il territorio di Reggio Calabria è inserito fra le dieci aree metropolitane, il cui status giuridico partirà dal 1 gennaio del prossimo anno, esprimo indignazione, amarez…

Pubblicato il: 26/01/2015 – 13:38
Decreto Reggio, Battaglia chiede la restituzione di 5 milioni

REGGIO CALABRIA «Visto che il territorio di Reggio Calabria è inserito fra le dieci aree metropolitane, il cui status giuridico partirà dal 1 gennaio del prossimo anno, esprimo indignazione, amarezza e sconcerto per il provvedimento legislativo inserito nella “Legge di stabilità 2015”, con il quale viene decurtata la somma di 3 milioni di euro a partire dall’anno in corso del contributo straordinario destinato al Comune di Reggio Calabria, in forza dell’articolo 144, comma 1, della legge numero 388/2000». È quanto afferma il consigliere regionale del Pd Mimmo Battaglia in una lettera inviata al presidente del Consiglio Matteo Renzi, al sottosegretario Graziano Delrio, al sottosegretario Marco Minniti, a tutti parlamentari calabresi e al sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà.

Nella stessa missiva, è scritto in una nota, Battaglia chiede «il ripristino immediato del contributo originario di 5 milioni di euro in favore del Comune di Reggio e il sostegno alla nuova amministrazione in carica attraverso le strutture ministeriali competenti al fine dell’accelerazione della spesa. Il decreto legge 8 maggio 1989, numero 166, convertito con modificazioni dalla legge 5 luglio 1989, numero 246, è stato emanato dal governo De Mita e approvato dal Parlamento per la necessità e urgenza di adottare immediati provvedimenti volti al risanamento e allo sviluppo della città di Reggio che sono, a tutt’oggi, validi, di particolare importanza e di preminente interesse nazionale».

L’esponente del Pd sottolinea inoltre che «il Comune di Reggio vive una condizione sociale, economica e amministrativa molto delicata e difficile, esce da una fase commissariale in seguito allo scioglimento dell’ente per infiltrazioni mafiose e da soli due mesi ha un’amministrazione in carica eletta dai cittadini. I fondi non spesi e inutilizzati ad oggi, sono il frutto del mal governo delle amministrazioni di centrodestra che si sono succedute dal 2002 al 2012 e che hanno gravi responsabilità politiche. In atto, tali fondi – conclude Battaglia – nell’ottica della nascita della città metropolitana, rappresentano l’unica fonte di finanziamento concreto per programmare, progettare e realizzare opere necessarie per lo sviluppo e il rilancio socio economico della città, considerato che il Comune si trova in una condizione di pre-dissesto finanziario».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x