Ultimo aggiornamento alle 16:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Ponte sul Savuto, il comitato incontra Bruno

NOCERA TERINESE Il progetto preliminare è stato già realizzato e ora si è in attesa di affidare la redazione del definitivo. È quanto emerso dall’incontro avvenuto ieri tra il comitato “Ricostruiam…

Pubblicato il: 31/03/2015 – 11:52
Ponte sul Savuto, il comitato incontra Bruno

NOCERA TERINESE Il progetto preliminare è stato già realizzato e ora si è in attesa di affidare la redazione del definitivo. È quanto emerso dall’incontro avvenuto ieri tra il comitato “Ricostruiamo il ponte sul Savuto” e i vertici dell’amministrazione provinciale catanzarese. Un faccia a faccia tra il portavoce del Comitato, Giuseppe Ruperto e il presidente dell’esecutivo provinciale Enzo Bruno per fare il punto sull’iter di realizzazione dell’opera. Residua ancora qualche dubbio sulla piena copertura finanziaria per la costruzione del ponte visto che allo stato attuale c’è traccia certa solo dei 537mila euro del piano per la mitigazione del rischio sismico disposto con decreto il 28 aprile dal capo della Protezione civile e pubblicato sul Bollettino ufficiale lo scorso 29 settembre. Un aspetto sul quale il presidente Bruno avrebbe rassicurato il Comitato asserendo che ci sarebbero circa 3 milioni di euro già individuati di cui si attenderebbe solo l’assenso del Cipe. Per approfondire questo aspetto lo stesso portavoce ha incontrato anche l’ingegnere Siniscalco dirigente provinciale del settore da quale avrebbe avuto rassicurazioni sull’attenzione riservata dall’ente. La vicenda rischia di mettere in ginocchio l’intera economia di una vasta area a confine tra il Cosentino e il Catanzarese. Un’infrastruttura – crollata ben 7 anni addietro – ritenuta strategica non solo dagli imprenditori agricoli della zona. Visto che è divenuta fondamentale per garantire un collegamento alternativo al tracciato della statale tirrenica inferiore continuamente minacciato dall’erosione della costa e che nelle ultime settimane ha visto intensificarsi il traffico dopo l’interruzione del transito lungo l’autostrada Salerno-Reggio Calabria. Proprio per sensibilizzare le istituzioni sull’emergenza attualmente esistente nei collegamenti viari della zona nei giorni scorsi il comitato aveva promosso un sit-in sulla statale 18 nei pressi di Campora San Giovanni che ha portato centinaia di imprenditori, semplici cittadini e sindaci dell’hinterland amanteano a rallentare per protesta il transito dei mezzi lungo la tirrenica inferiore. Una protesta annuncia il portavoce Ruperto che «potrebbe intensificarsi se alle promesse non seguiranno i fatti. Continueremo a monitorare l’iter amministrativo per la realizzazione del ponte fino a quando non vedremo passare sull’infrastruttura la prima vettura». Infine lo stesso Ruperto ha comunicato di aver avuto un incontro anche con il consigliere regionale Giuseppe Aieta (Pd), presidente della commissione Bilancio a Palazzo Campanella che ha assicurato il pieno appoggio per trovare una soluzione rapida alla vicenda.

 

Roberto De Santo

r.desanto@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x