Ultimo aggiornamento alle 17:40
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

A3, ripartono i lavori allo svincolo di Firmo

COSENZA Riprendono i lavori di adeguamento della strada statale 534 “di Cammarata e degli Stombi” relativo all’intervento di realizzazione del nuovo collegamento “Firmo Sibari”. Lo rende noto l’Ana…

Pubblicato il: 07/06/2016 – 10:27
A3, ripartono i lavori allo svincolo di Firmo

COSENZA Riprendono i lavori di adeguamento della strada statale 534 “di Cammarata e degli Stombi” relativo all’intervento di realizzazione del nuovo collegamento “Firmo Sibari”. Lo rende noto l’Anas «a seguito della consegna dei lavori – è scritto in un comunicato – effettuata in favore della impresa Intercantieri Vittadello spa. Alla fine dello scorso mese di febbraio, infatti – riporta il comunicato – Anas aveva disposto la risoluzione dal contratto relativo ai lavori con la precedente impresa (l’Ati Vidoni spa – Consorzio Stabile Grecale, che aveva altresi’ redatto il progetto esecutivo dell’opera) a causa di gravi ritardi nell’esecuzione dell’intervento e, secondo quanto previsto dalla vigente normativa in materia, aveva quindi proceduto ad interpellare le imprese concorrenti che avevano partecipato alla gara per consentire una ripresa immediata delle attività. Il progetto del nuovo collegamento Firmo-Sibari riguarda l’adeguamento della sede esistente in una strada a doppia carreggiata, separate da spartitraffico centrale, con due corsie per senso di marcia. Il nuovo tracciato consentirà il collegamento tra l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria (svincolo di Firmo) e la nuova strada statale 106 jonica (corridoio jonico Taranto-Sibari-Reggio Calabria); i territori comunali interessati dalla realizzazione dei lavori sono Saracena, Castrovillari, Cassano allo Jonio e Spezzano Albanese, in provincia di Cosenza. Lo sviluppo complessivo dell’intervento, ad oggi realizzato per circa il 48% dell’importo contrattuale, è di circa 14 chilometri per un valore economico complessivo di oltre 143 milioni di euro; tra le opere di maggior importanza ci sono 2 viadotti e 4 cavalcavia, oltre ad un cavalca ferrovia ed all’adeguamento di 5 svincoli. La procedura del cosiddetto “interpello” adottata dall’Anas permetterà, quindi, una tempestiva ripartenza dei lavori finalizzata a portare a compimento un’infrastruttura che risulta strategica e di preminente interesse nazionale, oltre che fortemente attesa dalle comunità calabresi».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x