martedì, 02 Marzo
Ultimo aggiornamento alle 22:39
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Ospedale di Cosenza, controlli sui contratti di Coopservice

COSENZA La Procura di Cosenza sta seguendo con estrema attenzione le verifiche sull’ospedale Annunziata. Su disposizione del procuratore capo Mario Spagnuolo, i carabinieri del Noe e del Nil (il Nu…

Pubblicato il: 25/10/2016 – 11:01
Ospedale di Cosenza, controlli sui contratti di Coopservice

COSENZA La Procura di Cosenza sta seguendo con estrema attenzione le verifiche sull’ospedale Annunziata. Su disposizione del procuratore capo Mario Spagnuolo, i carabinieri del Noe e del Nil (il Nucleo carabinieri Ispettorato del lavoro) anche in questi giorni stanno continuando a passare al setaccio ancora una volta l’ospedale, compresi gli uffici della Coopservice, il colosso emiliano che ha commesse in tutta Italia e ha vinto all’Annunziata un appalto da 25 milioni di euro per il servizio di pulizia dei reparti.
I funzionari dell’Ispettorato del lavoro nelle scorse settimane hanno sentito alcuni dipendenti della Coopservice. L’obiettivo è stato quello di venire a conoscenza delle mansioni svolte. Sono stati, altresì, acquisiti alcuni documenti custoditi negli uffici ospedalieri della società emiliana. L’obiettivo degli inquirenti è quello di accertare la regolarità dei contratti dei dipendenti ma soprattutto verificare la regolarità degli appalti con i quali sono stati affidati i lavori. I controlli si sono concentrati sui servizi mensa e lavanderia. L’obiettivo del procuratore capo Spagnuolo è quello di fare chiarezza fino in fondo. Ecco perché da oltre un mese la Procura di Cosenza ha gli occhi puntati sull’ospedale. Ripetuti “blitz” dei carabinieri del Nas hanno portato al sequestro di alcuni reparti – che sono rimasti comunque in funzione –, mentre le verifiche del Noe hanno permesso di mettere i sigilli, all’interno della struttura, a un’area adibita alla raccolta dei rifiuti solidi urbani.
Le indagini nascono da una serie di denunce presentate dai cittadini che lamentano da tempo le precarie condizioni igienico-sanitarie del nosocomio. Il procuratore Spagnuolo sta seguendo attentamente e personalmente le indagini perché finalizzate alla tutela della salute pubblica.

Mirella Molinaro
m.molinaro@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb